Bambini allergici e libri… da regalare e da ricevere a Natale…

…e in qualsiasi altra occasione!

“Potresti suggerirmi un libro per bambini e/o ragazzi che parli di allergie?”

Mi sono sentita rivolgere spesso questa domanda, e non solo io, anche Valeria Invernizzi, presidente di Cibo Amico: così abbiamo deciso di concerto di provare a dare una risposta, o meglio, più di una risposta… Della serie”: Allergico, sì, ma non alla lettura;-)”

Poiché come per gli alimenti al nichel non esiste un’unica lista valida per tutti, anche per i libri, possono esserci più liste: ad ognuno il suo libro, anzi! Invitiamo tutti, ma proprio tutti, a suggerire un libro che consigliereste a bambini/e, giovani, adulti, allergici/che con una motivazione, perché non esiste il libro “giusto”, ma un libro giusto per me, per te, per lei, per lui… in un momento particolare della vita di ciascuno.

Chi cerca un libro che parli di allergie talvolta sta cercando le parole per… spiegare, raccontare un disagio, offrire un modo per superare una difficoltà, illustrare stratagemmi per arrangiarsi nonostante le allergie e così via… E una lettura può talvolta aiutarci, offrendoci un pretesto o prestandoci le parole per dirlo…

Prima però voglio riportare qui uno stralcio di un’intervista fatta all’esperta, dottoressa Stefania Daniele, psicologa e psicoterapeuta  (qui l’intervista completa)

Nella fattispecie dei bambini allergici, leggere ad alta voce racconti che trattano di allergie, oppure a libri in cui un personaggio è un soggetto allergico, potrebbe essere utile?

In merito alla proposta al bambino di letture specifiche centrate sul problema delle allergie alimentari e delle intolleranze, credo che possano essere di aiuto, fintanto che siano “proposte” con delicatezza  insieme ad altre, e  se trattano la questione in modo non eccessivamente realistico. Ma…, come per ogni lettura, è necessario rispettare i suoi interessi del momento. E i bambini sanno fare chiaramente capire agli adulti quali sono i racconti a cui sono di volta in volta interessati! E tra i loro diritti di futuri lettori, come ci ricorda con molta ironia Daniel Pennac, ci sono anche  il fondamentale “diritto di non leggere”, il “diritto di saltare le pagine” e di “non finire il libro”!

Fatta questa premessa, passiamo ora a vedere alcune fra le innumerevoli letture che potrebbero fare al caso di qualcuno e per ciascun suggerimento  qualche parola a titolo di motivazione:

Libri per l’infanzia e l’adolescenza

Per provare il senso di libertà anche se…

Perché suscita coraggio

Per imparare a ironizzare sui propri difetti

Alleanza e empatia, doni preziosi per Natale

Per familiarizzare con la parola allergia senza rendersene conto

Perché Natale non è solo pandoro e panettone, un libro con attività e ricette semplici e adattabili

Per ricordarsi che le cose buone possono avere solo due ingredienti, anche il gelato…

Per ridere, scoprire nuove ricette, proibite per gli allergici, ma rivisitabili per adattarle alle proprie esigenze. E in un numero della serie (il n.6 credo) c’è anche un personaggio allergico…

Tenere segreto di essere un vampiro… tenere segreto il fatto di essere allergico/a… un pretesto per parlare del disagio di un adolescente nel sentirsi diverso e accoglierlo per superarlo insieme

A cui si aggiungono questi titoli, per leggere storie in cui un protagonista è allergico

Divertente, a tema allergie con garbo

Un protagonista è allergico al pelo del gatto…

Il protagonista… si caccerà in un guaio a causa di un dispetto, ma soprattutto del suo orgoglio

per distrarsi dalle allergie, e forse no… perché il fratello è allergico alle nocciole…

Dove la protagonista è “un’allergicona” e si accenna alla desensibilizzazione orale agli alimenti…

Per Adulti e giovani adulti 😉

Perché ognuno ha il suo zaino da portare sulle spalle

Perché è ironico, pur parlando di un disagio ed è alla portata degli adolescenti

Perché… sebbene io non l’abbia ancora letto, Marco Malvaldi è una garanzia quando si tratta di offrire uno svago, un pretesto per ridere, evadere dalla quotidianità, grazie alla sua scrittura ironica, sagace. Questo racconto è uno dei tanti “gialli” in cui la vittima potrebbe essere morta per soffocamento, dopo una crisi essendo allergica ai latticini.

Perché usare l’allergia? L’ho chiesto a Malvaldi in occasione di un appuntamento di “Firma copie” in una libreria milanese e mi ha rivelato che non è una moda, bensì “uno stratagemma” a cui ricorre frequentemente lo scrittore di gialli e polizieschi… e io personalmente me sto accorgendo, leggendo diversi libri di diversi autori, a tema tra cui:

Un avvincente thriller, scritto nel 1968 sotto lo pseudonimo Jeffery Hudson,ambientato nel mondo medico degli anni ’60, dove l’allergia viene nuovamente citata e toccata marginalmente, quando allergie e intolleranze alimentari non erano così largamente diffuse, o comunque non se ne parlava con la frequenza odierna.

I titoli di cui sopra, sono riuniti in un pdf scaricabile per comodità: Libri_Suggerimenti_by mimangiolallergia & cibo amico

Questi sono soltanto alcuni suggerimenti e potremmo aggiungerne molti altri, ma… preferiamo che a farlo siano altri: potete lasciare i vostri suggerimenti nei commenti a questo post, oppure su Facebook:

o scrivendoci una mail:

  • mimangiolallergia (chiocciola) gmail (punto) com
  • sos (punto) ciboamico (chiocciola) gamail (punto) com

perché leggere è…

“[…] un’occupazione assai utile e piacevole. Un libro ha sempre qualcosa da insegnare.” (Fonte: Principessa Elisa e il cucciolo di drago, della serie La Scuola delle Principesse, di Vivian French)

Non ci rimane che salutarei e augurare a tutti Buon Natale, Buone Feste, ma soprattutto Buona lettura, ricordandoci che…

“L’allergia è una capriola: 

naso nell’erba, piedi tra le nuvole, mondo capovolto. 

Chi gioca tramuta l’allergia in allegria.”

 (tratto da Ahi! +giochi -male hai, di Emanuela Nava)

Monica e Valeria

ps Altri suggerimenti editoriali, non a tema allergie, ma per svagarsi con un buon libro, per grandi e piccini, sbirciate nel sito di HomeMadeMamma e ai suoi appuntamenti settimanali con il Venerdì del Libro.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...