Gnocchi di patate con crema di peperoni senza…

Gnocchi con crema di peperoni by mimangiolallergiaSENZA PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, SENZA GLUTINE E ALTRE PROTEINE DEL GRANO, SENZA SOIA, SENZA ADDITIVI

Che cosa si mangia oggi? | NON LO SO! | Dai mamma, non è vero che non lo sai, lo sai benissimo ma sicuramente vorrai farmi mangiare qualcosa che io non voglio…

Della serie “ogni tanto vorrei avere un cuoco personale a domicilio”!

Cucinare tutti i giorni, pranzo e cena, compatibilmente con le pluriallergie della figlia e le esigenze nutrizionali imposte dalla sua età da un lato e dalla nostra dall’altro :-D, i gusti di tutta la famiglia… sembra facile, ma non lo è affatto. Per cui ogni tanto occorre ingegnarsi per riproporre lo stesso piatto nella sostanza, ma diverso per la presentazione o per qualche ingrediente… E gli gnocchi con la crema di peperoni rossi e gialli ne è un esempio.

Le ricette degli Gnocchi senza e della Crema di peperoni le trovate nei seguenti post: gnocchi di patate | crema di peperoni. Così gli gnocchi di sempre e la crema di peperoni che aveva già “stancato”… hanno risolto un impasse… per quella vota.

Quel piatto non è adatto per via degli allergeni. Quell’altro piatto non va bene perché non è gradito da uno dei componenti della famiglia. Quell’altro è stato “troppo” sfruttato e ora ha stancato. Le alternative a carne e pesce sono limitate al minimo, perché la figlia è allergica pure a lenticchie, ceci, fave, piselli e grano saraceno… Niente formaggi e uova perché allergica…  Aggiungiamoci, inoltre, che le indicazioni sono di non “esagerare” con pasta e pane di grano raffinati per scongiurare che si sensibilizzi al glutine… (ma questo è un altro discorso, più complesso che merita trattazione a parte)… Capite bene che il tema “mangiare a casa o fuori casa che sia” è una faccenda dalle varie sfaccettature. Sebbene non possa lamentarmi perché il “nostro papà” è un cuoco sopraffino, è anche vero che per il 90% delle volte è affare mio.

Mi rendo conto che la nostra adorata figlia è abituata bene (molto bene) perché, volente o nolente, non potendo usare molti alimenti per insaporire (tipo grana che salverebbe anche il peggiore dei cuochi), noi siamo “quasi obbligati” a preparare piatti un po’ più elaborati per riuscire a soddisfare esigenze nutrizionali. Qualcuno potrebbe dire che in realtà è viziata a tavola. Non lo so. A volte penso di sì, a volte penso di no. A volte penso che se a scuola, invece di adeguare la cucina ai gusti dei bambini, facessero il loro mestiere, e i genitori collaborassero un po’ di più, per sostenere il mestiere andando in tandem a casa… Forse il tema mangiare sarebbe meno problematico talvolta, o almeno mi illudo che sia così.

Qualche volta ci capita di ospitare amici di Alice con allergie e/o intolleranze alimentari e/o ceiliaci e non allergici e devo ammettere che è una bella esperienza, perché offre l’opportunità di relativizzare, come raccontavo brevemente in questo post, dove raccontavo di un’occasione in cui al ristorante Alice si era molto meravigliata che la bimba avesse chiesto di mangiare pasta in bianco e sogliola bollita, perché conditi come a scuola!

Tra i tanti piccoli ospiti, ricordo in particolare una bimba che nella prima infanzia era stata molto ma molto allergica alle proteine del latte, la quale quel giorno mi aveva confessato di non aver mai mangiato il pesto senza formaggio, quindi il pesto, così come niente pancetta (che noi avevamo abbinato ai fagiolini). Attenzione! Io non biasimo però quei genitori, perché non tutti sono portati in cucina e non tutti hanno tempo e voglia di cimentarsi con sperimentazioni e fallimenti (perché non basta avere la ricetta, occorre anche metterla in pratica…), e va bene così. Il problema, nel caso della figlia è anche un altro.

In questa fase, lei è allergica al suo essere allergica, quindi è allergica a tutte quelle situazioni frustranti, ivi comprese le uscite al ristorante, perché mentre tutti gli altri possono scegliere di assaggiare piatti diversi dal solito, pietanze nuove, ingredienti insoliti, lei deve attenersi alle preparazioni basiche… e la cosa le va stretta  ultimamente… ma ne riparleremo…

Buona settimana a tutti!

Annunci

4 commenti

Archiviato in MENÙ VEGETARIANO, PENSIERI DI UNA MAMMA, Primi SENZA, RICETTARIO

4 risposte a “Gnocchi di patate con crema di peperoni senza…

  1. Carlotta

    Forza Alice!

  2. samanta

    mi ci ritrovo a pieno e alla fine credo che le allergie abbiano arricchito la mia personale cultura culinaria e a distanza di più di un anno mi diverto come una pazza a creare piatti graditi a tutti e tollerati da tutti con solo un po’ di frustrazione quando mi impegno e nessuno mangia.. :-\ E mi sono anche resa conto che all’asilo si mangia in maniera povera e “ignorante” riguardo al cibo ma lungi da me fare polemiche, mi arrabatto in un mondo non creato per noi. W i menù alternativi!!!! sui dolci siamo diventate bravissime 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...