Gelato di fragola senza proteine del latte e della soia: un nuovo ricettario per gelati e sorbetti vegan

Buongiorno! Pensavate fossi andata in vacanza… e invece no, soltanto sono distratta da altre incombenze, ma dobbiamo pur sempre mangiare e concederci qualche dolcezza senza questo e quello…

Oggi vi presento un’alternativa al nostro sorbetto di fragola, perché Alice mi aveva chiesto se non potessi una volta prepararle il gelato di fragola, anziché sempre il sorbetto.

Il ricettario, di Alice Savorelli, edito da Terra Nuova Edizioni, che vi presento oggi, contiene la risposta alla sua domanda: “gelati, semifreddi, sorbetti, ghiaccioli e granite fatti in casa con ingrendienti sani, naturali e ricchi di sapore. Oltre al tradizionale gelato alla nocciola, ne troviamo altri più inconsueti al tahin o al tè matcha, e non mancano granite, ghiaccioli e sorbetti con un tocco di originalità. Un libro imperdibile per gli intolleranti al lattosio e per tutti coloro che hanno scelto un’alimentazione etica, sana e a basso contenuto di zuccheri”.

Non solo, il ricettario è disponibile in versione digitale gratuita, scaricando la App per Tablet, Smartphone e PC. Qui di seguito è possibile avere una breve anticipazione: anteprima.

Come sempre, i ricettari, in caso di allergie alimentari, soddisfano le esigenze di alcuni e non di altri, purtroppo… quindi occorre sfogliare e individuare quella che più soddisfa le proprie esigenze ed eventualmente adattarla.

Riporto di seguito la ricetta del gelato di fragola, perché è senza soia e molti allergici alle proteine del latte non tollerano nemmeno la soia, ahimè.

Gelato alle fragole senza lattosio

Tempo di preparazione:
1 ora e 20 minuti incluso il raffreddamento

Ingredienti:
500 g di fragole pulite bio
il succo di 1⁄2 limone
100 g di sciroppo di riso
260 ml di latte di riso non dolcificato

Inoltre:
frullatore, gelatiera

Procedimento
Tagliate le fragole, irroratele con il succo di limone e lo sciropp di riso, mescolate e fate riposare in frigorifero per una mezz’ora. Trascorso questo tempo, frullate brevemente il composto assieme al latte di riso. Mettetelo a raffreddare per un’altra mezz’ora. Azionate la gelatiera e versate il composto. Occorreranno tra i 20 e i 25 minuti per ottenere un buon gelato, da dividere in coppe o bicchieri e da gustare subito.

Le fragole
Questi rossi e dolci frutti sono da annoverare tra quelli che contengono il più elevato residuo di pesticidi, a causa della superfi cie tenera e delicata ma anche della loro posizione a breve distanza dal suolo. Questo li espone maggiormente all’attacco di lumache, insetti e altri animali. È questo il motivo per cui in questo caso consiglio vivamente di usare prodotti provenienti da coltivazione biologica o meglio ancora biodinamica. Evitare di tenerle a bagno; se vi sembrano terrose potete pulirle più accuratamente versando nell’acqua di una ciotola un po’ di succo di limone.

Sono un po’ latitante ma ricevo e rispondo sempre alle mail, mentre su Facebook fatico talvolta a rispondere tempestivamente perché non ho scaricato Messenger, quindi se volete contattarmi per qualsiasi evenienza, fatelo tramite posta elettronica: mimangiolallergia (chiocciola) gmail (punto) com.

E con questo post partecipo Venerdì del Libro di HomeMadeMamma dove troverete altri suggerimenti libreschi;-)

Una caro saluti a tutti e al prossimo post…

Annunci

2 commenti

Archiviato in ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Gelati, Ghiaccioli, Sorbetti, Frappè SENZA, LIBRI & Riviste, RICETTARIO

2 risposte a “Gelato di fragola senza proteine del latte e della soia: un nuovo ricettario per gelati e sorbetti vegan

  1. Monica! Ciao, finalmente passo a trovarti dopo un sacco di tempo e ci tenevo a lasciarti un saluto affettuoso 🙂
    I sorbetti e i gelati mi attirano sempre e comunque, vegani o no 😉
    Un abbraccio a te e un bacino ad Alice!

    • Ma ciao Maris! Che gioia leggerti! Sì e anch’io sono molto latitante in rete, non riesco più a passare da tutti come riuscivo anni fa e a malapena aggiorno il mio blog, figuriamoci passare dagli altri, ma… spero da settembre di riuscire a riorganizzarmi diversamente.
      Un abbraccio forte anche a te, con la promessa di passare dal tuo blog e un bacio grande anche alla tua cucciola!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...