Pomodori perini in insalata ben conditi…

SENZA PROTEINE DEL LATTE, UOVA, SOIA, GLUTINE E ALTRE PROTEINE DEL GRANO, ADDITIVI

CON SEDANO

Ancora pomodori… ma con la ricetta della nonna: sono andata a memoria, quindi non sarà proprio la stessa… ma questa ricetta porta con sé il ricordo di una persona meravigliosa che usava il cibo come una carezza per coccolare le persone a cui voleva bene 🙂

Quello di oggi è il contorno dell’estate per eccellenza che la mia “suocerina” era solita farmi trovare di tanto in tanto in estate per farmi sentire accolta e ben voluta e questo lo comprendo ancor meglio oggi che non c’è più e che mi ritrovo a mia volta a preparare quel contorno… per accogliere il mio “suocerino” e farlo sentire altrettanto ben voluto, nonostante qualche piccola variazione dovuta alla dispensa del giorno…

Alice non nemmeno voluto assaggiarli purtroppo:”troppe verdure!” per i suoi gusti e ha preferito i suoi pomodori... Noi li abbiamo graditi molto invece 🙂

Se tollerato, il pomodoro, ben maturo, è quanto di meglio si possa gustare, beneficiando delle sue proprietà nutrizionali, infatti, essendo ricco di acqua e potassio si presta per essere consumato crudo in molti modi e la ricetta di oggi è una rivisitazione di quella della nonna L., perché come al solito io cucino con ciò che ho già in casa 😀

Personalmente ho sempre cercato di non usare il cibo come come strumento consolatorio con la figlia, né di usarlo come ricompensa o come genere di scambio per ottenere comportamenti positivi, non so penso a frasi che è mi capitato di sentire del tipo “se mi dai un bacino, ti do una caramella”, oppure “se fate i bravi, vi dò un cioccolatino”, oppure “se vieni a trovarci ti faccio trovare il tuo piatto preferito” e così via. Per la sottoscritta si mangia perché ci si deve nutrire, punto. Se poi si ha tempo e voglia di preparare un manicaretto perché ne abbiamo voglia o per accogliere ospiti, va bene, ma piatti ricchi e saporiti non devono essere né un obbligo né la regola per intenderci. Detto così potrei sembrarvi una strega, ma vi assicuro che non la sono: sul tema ci sarebbe molto da dire e scrivere, ma oggi vi risparmierò la teoria per passare direttamente alla ricetta.

UTENSILI

pentola larga alta, mestolo forato (schiumarola), recipiente alto o insalatiera, coperchio, coltello ben affilato o affetta verdure

INGREDIENTI per 4/5  persone circa

16 pomodori perini, 2 carote medio grandi, il cuore di un sedano, 1 cipolla rossa di Tropea, un vasetto di capperi (sotto aceto o sotto sale in caso di intolleranza ai solfiti), foglie di basilico q.b., olio extravergine d’oliva q.a., sale marino integrale, origano essiccato; tutto biodinamico se possibile. A cui bisogna aggiungere un po’ di pazienza, perché il procedimento è leggermente lungo all’inizio :-/

PROCEDIMENTO

  1. Versare in una pentola alta abbondante acqua (niente sale) e portare l’acqua in ebollizione. Quando l’acqua bolle, spegnere il fuoco e versare i pomodori; attendere qualche minuto.
  2. Prelevare i pomodori con la schiumarola e adagiarli in un piatto per privarli della buccia. Al fine di agevolare il distacco della buccia, passarli velocemente sotto acqua fredda corrente: il contrasto termico faciliterà il lavoro.
  3. Tagliare il sedano, le carote e la cipolla finemente e metterli in un piatto.
  4. Lavare le foglie di basilico e sciacquare sotto acqua corrente i capperi sotto sale oppure strizzare quelli sotto aceto.
  5. Mescolate in una tazzina da caffè origano e sale.
  6. Tagliare i perini a metà e adagiarli sul fondo del contenitore scelto, che cospargerete con una manciata di carote, una di sedano, una di cipolla, un cucchiaio di capperi, una spolverata di origano e sale,  olio q.b.
  7. Ricominciare con uno strato di pomodori e così via fino all’ultimo strato che io non ho particolarmente decorato, ma voi potrete sbizzarrivi. Coprire con un coperchio e riporre in frigorifero.

Questi pomodori sono il contorno ideale di… un vitel tonnè senza proteine dell’uovo però ;-D

Nota bene: io non avevo né basilico né carote né la cipolla di Tropea, ma solo origano, carote già tagliate a julienne, cipolla bianca, ma il risultato è stato molto apprezzato ugualmente 😉

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Contorni SENZA, RICETTARIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...