Il Catalogo delle Allergie Fantastiche… per giocare con l’Allergia…

Un catalogo delle allergie fantastiche… Fantastiche che?!?! Si chiederà qualcuno di voi, domandandosi cosa potrà esserci mai di fantastico nell’essere allergico!

Ma questo soltanto perché non conoscete il Catalogo delle Allergie Fantastiche di Simone Frasca, un progetto, scaturito dal libro Etciù! Sono allergico ai draghi , che ha coinvolto la Biblioteca di Sesto Fiorentino, l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, le scuole del secondo circolo didattico di Sesto Fiorentino, l’Associazione Cibo Amico che si occupa di allergie alimentari nei bambini e la Casa Editrice Mondadori.

Il Catalogo è stato scritto e illustrato dai bambini che hanno partecipato ai diversi laboratori, rilegato e regalato in tre copie: una alla Biblioteca ragionieri di Sesto Fiorentino e due all’Ospedale Meyer di Firenze (rispettivamente alla Ludoteca del Meyer di Firenze e al Reparto di Allergologia). In varie occasioni ai bambini Simone Frasca ha chiesto “semplicemente” di inventare, descrivere e disegnare delle allergie immaginarie per inserirle in un grande libro e la risposta dei piccoli autori è stata semplicemente fantastica! E vi consiglio di sfogliarlo on line insieme a piccoli e meno piccoli allergici perché riuscire “prendersi gioco” dell’allergia può essere uno tra i tanti stratagemmi per non soccombervi e trovare un nuovo spirito per conviverci, noi genitori insieme a loro.

Non solo, come si legge nella pagina on line della Ludoteca del Meyer di Firenze:

Il catalogo, oltre alle allergie, conterrà le cure di queste particolari patologie, naturalmente scoperte e prescritte in forma poetica da un gruppo di formidabili allergologhi in erba. Un testo utilissimo che verrà poi ufficialmente conservato nella nostra ludoteca dove ogni allergico immaginario potrà consultarlo e trovare la soluzione ai suoi malanni.

Il volume è consultabile on line nel sito dell’Associazione CiboAmico che di allergie se ne intende…

Se non aveste letto la mia recensione di Etciù! Sono allergico ai draghi di cui sopra, sappiate che Simone Frasca, oltre che illustratore e scrittore di esperienza e successo consolidati, è altresì padre di un bimbo con allergie alimentari e da contatto, quindi anche lui è un papà “esperto” che si adopera per guardare alle allergie da un’altra prospettiva, riuscendo a coinvolgere rendendo loro protagonisti e non le loro allergie capacità. Saper fare dell’ironia con le allergie trovo che sia una risorsa importantissima: io sono fermamente convinta che sia i bambini sia gli adulti abbiano bisogno di prendere un po’ le distanze dalle loro allergie, quel giusto distacco che permette di svagarsi, di sentirsi più leggeri, più normali, senza quella zavorra che limita, condiziona, opacizza certe esperienze, e fa vivere alcuni, quelli più severamente allergici, nel terrore di una reazione anafilattica grave se non mortale.

Detto ciò, non voglio annoiarvi con le mie considerazioni e vi invito, invece, a leggere il Catalogo perché è davvero spassoso, colorato, ma allo stesso ricco di spunti che possono aiutare certuni a distrarsi dalle grandi fatiche e prove che talvolta le allergie impongono…

Nel frattempo la figlia pare aver sviluppato una nuova allergia, per ora, “rarissima” o forse non tanto raro, chissà:  è diventata allergica al suo essere allergica… Sintomi? Rabbia, ribellione, tristezza, voglia di trasgredire, insofferenza, e via discorrendo… però… ogni tanto anche lei dimostra di non volersi prendere troppo sul serio ed elenca una serie di allergie… alla scuola, alle “mamme noiose”, alle regole, alla crema… e via discorrendo. Ci alleneremo…

Se volete avere qualche altra informazione sull’autore, potete trovarla nel suo splendido e coloratissimo sito, mentre in questa pagina potete trovare tutti i suoi fantastici libercoli… e ciò che mi stupisce sempre di quest’uomo (perché prima di essere padri, madri, mariti, mogli, siamo uomini e donne) è la sua straordinaria capacità di tradurre in immagini molto esplicative concetti non così immediati per un bambino… tipo la Costituzione… E con questo libro e tutti gli altri partecipo al mio appuntamento preferito, ovvero all’odierno VenerdìDelLibro di HomeMadeMamma!

A tutti buon fine settimana!

Annunci

12 commenti

Archiviato in ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, GIOCHI PER BAMBINI & ATTIVITA' VARIE, LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA

12 risposte a “Il Catalogo delle Allergie Fantastiche… per giocare con l’Allergia…

  1. ciurmamom1

    “Saper fare dell’ironia con le allergie trovo che sia una risorsa importantissima”
    Concordo assolutamente!

  2. Lo leggerò senz’altro!
    Mi sa che ho anche io la nuova allergia di tua figlia!
    ps. Hai visito il mio suggerimento per il venerdì del libro della scorsa settimana? Potrebbe interessarti.
    http://mammavvocato.blogspot.it/2015/02/libri-ed-allergia.html

    • ah ah ah
      e… dunque avevo visto il titolo… ma ammetto non ho letto l’articolo, forse sbagliando, e anzi appena ho due minuti lo leggerò, perché io invece sono allergica agli stereotipi ai pregiudizi perché ingabbiano la lettura dei sintomi… E’ un discorso che ha le sue radici nella primissima infanzia di nostra figlia ma merita uno spazio dedicato e approfondito o rischio di non spiegarmi e tu di non capire, ma hai toccato un tasto che nemmeno immagini… grazie di questo prezioso contributo…

      • ciurmamom1

        Mi sa che oggi ti dovrei citare continuamente! Anche io sono allergica agli stereotipi e ai pregiudizi, di qualunque genere. Non c’è niente che mi scateni uno shock maggiore di questo! 😉

      • ah ah ah mi sa che in questo periodo siamo… “virtualpatiche” ah ah che parolone per dire che siamo molto affini 🙂

  3. Iniziativa molto utile!Capisco l’allergia all’essere allergica, alla fine arriva, è dura farci i conti ogni giorno. Siamo ancora indietro, trovo molte persone che colpevolizzano chi ha un’allergia e questa ignoranza mi dà molto fastidio, purtroppo non possiamo scegliercela!
    Un saluto!

    • mammamia… sì, io voglio essere ottimista, continuo a dire che la cultura sta cambiando… ma l’altro giorno mi è proprio saltata la mosca al naso, perché l’ignoranza voluta e la stupidità sono le due caratteristiche che più mi infastidiscono: davanti al banco di un supermercato bio alla ricerca di una panna di soia momentaneamente non disponibili, il commesso gentilmente offre ad una signora un’altra panna di soia equivalente. La signora in modo anche piuttosto maleducato risponde che lei “quella non la vuole, perché è senza glutine ed è tossica”, io lì vicino intervengo non tanto per fare lezioni perché avevo intuito il tono, ma solo per dirle che era equivalenti in quanto… ma senza lasciarmi finire lei si inalbera, mi dice di essere una nutrizionista (non ci credo) e che lei queste cose le sa e che fanno male… Al che con tutta la calma che ho trovato faticosamente le ho scandito a chiare lettere che erano equivalenti perché entrambe recano la dicitura “senza glutine” che lei probabilmente non ha notato nell’altra marca che nel frattempo si è “adeguata” ma evidentemente non legge l’etichetta d’abitudine ma solo i claim (!) ti ho detto tutto… Un caro saluto:-)

  4. Pingback: Venerdi' del libro: AniMani |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...