allergie alimentari e ricerche nel web

Per trovare in rete ciò che ci serve realmente (ossia non ciò che che ci aspettiamo di trovare che potrebbe non coincidere con ciò di cui abbiamo realmente bisogno di trovare) occorre sapere, saper fare e saper essere. 

Sapere il giusto, per distinguere un’informazione dalla disinformazione. 

Saper essere, perché la nostra personalità guida la ricerca…

Saper fare, combinando opportunamente il sapere e il saper essere, per riuscire a navigare senza cadere nelle trappole della disinformazione.

Dalla scoperta della condizione di allergia della figlia, ho navigato tanto e mi sono imbattuta in un mare di disinformazione che va dalle false notizie alle opinioni spacciate per informazioni… Per questo oggi riporto un articolo non recente ma sempre attuale, in cui un medico risponde alla seguente domanda che vi invito a leggere senza conoscere ancora la risposta:

Domanda. Ho effettuato i test alimentari e non risulto allergica a nessun alimento. Bisogna effettuarli ogni anno o rimangono invariati? Questo lo chiedo perché due miei amici hanno avuto uno shock anafilattico dopo aver assunto cibi consumati già precedentemente. Mi chiedo se il problema fosse non sapere dell’allergia o se davvero una persona può diventare allergica ad un alimento da un giorno all’altro.

La risposta non è affatto scontata, perché dipende da chi risponde… ma se a rispondere è un professionista serio e competente, possiamo allora aspettarci una risposta abbastanza prevedibile, perché io, leggendo la frase che ho evidenziato… ho avuto subito qualche perplessità, perché uno shock anafilattico è cosa molto ma molto seria… e bisognerebbe parlarne con il dovuto rispetto, e fortunatamente  l’esperto ha messo i puntini sulle “i”…

Risposta. L’allergia alimentare vera si manifesta nell’adulto in meno del 3-5% della popolazione, in genere con sintomi di modesta gravità: prurito, orticaria, talora disturbi alle mucose, all’apparato respiratorio o gastrointestinale. Lo shock anafilattico (caduta della pressione, vertigini, annebbiamento della vista, perdita di coscienza) è raro (meno dello 0,5% per lo più nel bambino). Effettuare test allergologici in assenza di chiari sintomi di allergia a qualche alimento non è una buona idea: si rischia di trovare positività per alimenti che non daranno mai alcun disturbo e di sottoporsi a sacrifici alimentari del tutto inutili. Gli accertamenti per allergia alimentare sono indicati in presenza di sintomi correlati all’assunzione di un particolare alimento: una volta diagnosticata con sicurezza l’allergia, lo specialista allergologo fornirà tutte le indicazioni dietetiche e l’eventuale terapia d’urgenza. Inutili quindi gli screening in assenza di disturbi e ancor più la ripetizione annuale dei test. Considerando che gli alimenti che possono causare allergia alimentare sono quasi 200, un vero screening sarebbe inoltre particolarmente complicato e costoso. L’allergia si manifesta per alimenti in precedenza già assunti e tollerati e non è quindi prevedibile il momento dell’insorgenza. Ho qualche perplessità sulla comparsa di shock anafilattico a ciel sereno (senza precedenti avvisaglie) nei suoi due amici. In buona sostanza, se non ha avuto disturbi con alimenti e non ha altre forme di allergia può stare tranquilla. In caso contrario consulti uno specialista allergologo esperto in allergia alimentare. (Fonte: La Repubblica, Le allergie alimentari possono comparire da un momento all’altro?, 2015)

Non sempre in rete troviamo domande opportune e risposte adeguate, ma quando capita, fa la differenza tra l’informazione e la disinformazione… Grazie quindi a chi ha posto la domanda opportuna e a chi ha risposto adeguatamente.

Per oggi mi fermo qui, lasciandoci con uno spunto su cui riflettere, ma torneremo a fare quattro chiacchiere sul tema 😉

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Anafilassi, Shock Anafilattico, Reazioni allergiche, PENSIERI DI UNA MAMMA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...