Archivi tag: Emanuela Nava

Corso di lettura a voce alta con Emanuela Nava e un libro per non aver paura delle storie

Oggi partecipo al consueto Venerdì del Libro di HomeMadeMamma con

OPEN Storie a voce altaun Corso ad Alta Voce che si terrà sabato 29 marzo p.v., dalle 10:30 alle 16:00, nella nuova Libreria OPEN di Milano, condotto da Emanuela Nava, perché  gli adulti – soprattutto chi deve allevare e educare i bambini – diventino più consapevoli dell’importanza fondamentale delle fiabe”,

nonché

un libro un po’ particolare, Il mondo incantato di Bruno Bettelhein, edito da Feltrinelli, consigliatomi proprio da Emanuela Nava  in occasione del Corso di Lettura ad Alta Voce a cui avevo partecipato tempo fa.il mondo incantato

E sì. Perché voi pensate di andare ad un corso di Lettura ad Alta Voce, e di mettervi tranquilli in ascolto: già vi vedete seduti belli comodi, per appropriarvi di chissà quale tecnica od espediente per catalizzare l’attenzione dei vostri figli, o alunni, o che so io.

E invece no, arriva lei, Emanuela Nava, che vi scardina ogni certezza, ivi compresa quella di saper leggere, ma attenzione, non lo farà nello stile professoressa, bensì “con un modo” che voi nemmeno ve ne accorgerete, accompagnandovi con delicatezza, competenza e passione, nel meraviglioso ed emozionante (sia per chi ascolta, ma anche per chi legge) mondo della lettura a voce alta, per raccontare storie, ma anche per trasmettere emozioni, però… Continua a leggere

15 commenti

Archiviato in LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA

Emanuela Nava: recensione di C’era una volta un delfino piccolo piccolo e intervista all’autrice (Terza Puntata)

c-era-una-volta-un-delfino-piccolo-piccolo

La lettura ad alta voce di un libro e la condivisione di un‛esperienza narrativa possono essere un sostegno prezioso per i bambini che vivono momenti delicati. Leggere insieme un libro può aiutare ad alleviare la noia che accompagna il tempo della malattia, a contenere l’ansia del ricovero, a coccolare in un momento critico e ad affrontare con i bambini e le bambine il tema della diversità e del disagio che li accompagna. (FONTE: Bibliotecheromagna)

Queste poche righe mi sembravano perfette per introdurre il libro e la scrittrice che presenterò oggi: C’era una volta un delfino Piccolo Piccolo, di Emanuela Nava, illustrato da Giulia Re, edito da Carthusia, (età di lettura: da 3 anni), è un libro molto dolce, con immagini belle e avvolgenti ma anche rassicuranti. L’ho solo sfogliato, ma ho subito capito di avere tra le mani uno strumento potente. La fiaba è il frutto della collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera “Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi” di Varese, Tincontro e Carthusia, scritta da Emanuela Nava ed illustrata e Giulia Re. Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA

Emanuela Nava terrà un corso di lettura ad alta voce al KikolleLab di Milano! (Prima Puntata)

mamma_nastrinoMamma, mi leggi il libro anche stasera?

Sì tesoro, ma tu sai leggere e potresti leggerlo da sola…

Sì mamma, ma a me piace tanto quando tu leggi per me, mi fa stare bene.

Credo di non sbagliare, se vi dico che le parole di Alice sintetizzano in modo efficace gli effetti positivi della lettura a voce alta e per questa ragione mi sono già iscritta ad un ciclo di tre incontri sulla:

LETTURA ESPRESSIVA

per condividere la gioia della lettura a voce alta, per approcciare la “lettura interpretata” delle storie, che passa attraverso i sentimenti e la comprensione del testo.

Con chi? Con mamme e papà, nonne e nonni, educatori e baby sitter e tutti coloro che lo desiderano!

Si tratta di tre incontri che si terranno il lunedì, condotti da

Emanuela Nava, al KikolleLab

nelle seguenti date: 8 – 15 – 22 aprile 2013, dalle 18.00 alle 19:30

Costo per partecipante per i tre corsi: 65 euro.

Affrettatevi a prenotarvi, non rimarrete delusi!

Non so a voi, ma a me è capitato di imbattermi in libri che mi hanno messa in difficoltà, di cui magari ho omesso delle parti (tipo in Bambi, quando la mamma muore), oppure di cui ho modificato alcuni passaggi (tipo in Cappuccetto Rosso, quando il lupo si mangia nipote e nonna in un sol boccone, o ancora come nel caso de Il lupo e i sette capretti… la mamma che esce e lascia da soli i suoi piccoli… e via dicendo). E quello nella foto è uno di quelli libri che mi mette alquanto a disagio, perché… non ho il coraggio di leggerlo ad Alice, in quanto ne temo le domande, a cui forse non saprei rispondere e quando ho avuto l’occasione di ascoltarne qualche brano grazie alla lettura alquanto espressiva dell’autrice, ho sentito le lacrime che affioravano e mi son detta… Come potrei leggere questo libro a mia figlia, sebbene io ne sia attratta e ritenga che sarebbe un buon libro per lei… (ve ne parlerò dopo averlo elaborato… intanto godetevi il video vi incanterà, vi emozionerà, e forse capirete perché mi mette a disagio, forse…)

Ma non tutti sono convinti, come la sottoscritta, che leggere ai propri figlia a voce altra faccia bene… Quindi, quando sull’onda dell’entusiasmo, ho parlato del corso di E. Nava, mi sono sentita rispondere (da amiche mamme, nonne, papà…):

Leggere a mio figlio? Ma io non sono capace…

Leggere la sera? Ma è stanco morto e va a dormire, se leggo si sveglia e non va più a letto…

Leggere? Ma i miei sono grandi (7 anni)…

Ma no, ora i miei nipoti leggono da soli (6-7 anni)…

Ma no, tutti sanno leggere, non c’è bisogno di un corso…

Potrei continuare con un frasario ricco, ma il succo del discorso è questo: leggere ad alta voce non servirebbe… Ma non è così… e se non credete a me, dovrete credere all’esperta psicologa che ho intervistato sull’argomento… Continua a leggere

23 commenti

Archiviato in LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA