Archivi tag: Banca dati on line additivi

Addivitivi Alimentari: una miniguida a cura dell’Eufic per riconoscerli.

Gli additivi, impiegati dall’industria alimentare (dal prodotto preconfezionato, a quello venduto come fresco, tipo certi tipi di pesce) hanno una doppia identità, a seconda che l’azienda decida di indicare in etichetta il nome chimico o il codice numerico che lo identifica, ma questa pratica complica ulteriormente la vita di chi convive con una allergia e/o una sensibilità agli additivi, perché non è possibile tenere a mente una lista di codici, così come è impresa ardua per noi comuni mortali memorizzarne i nomi… Poterli riconoscere prima dell’acquisto può essere il primo passo aiutarci a non incorrere poi in spiacevoli sorprese. Nel frattempo la lista approvata nel 2009 è stata sottoposta a rivalutazione…

Continua a leggere

Annunci

5 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, APPROFONDIMENTI, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza, Mangiar fuori casa

Coloranti nei farmaci e negli integratori

Una volta mi trovavo in montagna e dovendo acquistare uno sciroppo mucolitico per nostra figlia, andai in farmacia intenzionata ad acquistare “il solito”. Il farmacista avrebbe dovuto ordinarlo e volendo farmi un favore, tentò di convincermi ad acquistare un altro tipo, dal colore ROSSO VIVO! E lì cominciai ad essere sospettosa. Spiegai che essendo Alice allergica, preferivo utilizzare medicinali collaudati (ci trovavamo in un paesino sperduto e non volevo fare esperimenti a rischio). Naturalmente si trattava di un farmacista tenace  e voleva a tutti costi convincermi che era un prodotto sicuro: “Ma lo vendo a tutti i bambini”. Non convinta, gli chiesi di mostrarmi il foglietto illustrativo e tra le varie recava: “…contiene rosso cocciniglia A (E 124) che può causare reazioni di tipo allergico. Questo sciroppo contiene metile paraidrossibenzoato che può causare reazioni allergiche (anche ritardate).”

Non sono un medico, ma nel dubbio, mi sono guardata bene dall’acquistarlo. Il farmacista si è scusato, ammettendo la sua ignoranza in materia. Dal canto mio non comprendo però fondamentalmente due cose:

(1) perché mai sia necessario impiegare dei coloranti nella preparazione di uno sciroppo! Quanti farmaci si presentano incolori o bianchi e le mamme SONO comunque CAPACISSIME di persuadere i propri figli ad assumerli (in ogni mamma c’è un po’ di Mary Poppins!);

(2) perché mai, in linea generale, ma ancor più quando si tratta di medicinali destinati ai bambini, aggiungere coloranti nonché sostanze allergizzanti!

Ho letto qua e là qualche intervista a qualche medico che “difendeva” i coloranti, quando si tratta di medicine destinate agli anziani, perché questi memorizzerebbero le pillole in base al colore e non al nome.

E va bene, concediamoglielo. Ma le mamme?!? Sebbene qualche neurone se ne sia andato con la maternità, non abbiamo problemi a distinguere le pillole, figuriamoci gli sciroppi! Sfogo a parte, potreste trovare utile sapere che ALTROCONSUMO (associazione di consumatori) mette a disposizione una banca dati on line con tutti gli additivi alimentari autorizzati (fra cui anche i coloranti, sia sintetici sia presenti in natura), per i quali viene specificato (con un asterisco) se possono indurre allergie o reazioni di ipersensibilità. Questo potrebbe risultare utile in caso di dubbio, in quanto non sempre, soprattutto nel caso di alimenti o di integratori, è espressamente indicato se l’additivo può o non può causare allergia.

4 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza, FARMACI & INTEGRATORI & EMOLLIENTI