Archivi tag: Allergeni Contaminazioni Etichette

Allergie Alimentari in viaggio: allergeni e dintorni tradotti in 22 lingue europee.

Dizonario Allergeni on line by eu-verbraucherSiete allergici e/o celiaci o intolleranti a qualche alimento? E siete in partenza per una vacanza all’estero?

Potrebbe tornarvi utile, forse, disporre di un mini dizionario on line in cui trovare i 14 allergeni alimentari (come da Regolamento Europeo) e molti alimenti tradotti nelle 22 lingue straniere parlate negli Stati Membri della UE (così ho fatto anch’io un ripasso;-).

Va da sé che questo dizionario non vi metterà certo al riparo dai rischi legati al mangiare fuori casa con allergie, però è un primo passo per diventare un po’ più cittadini del mondo, nonostante le allergie o intolleranze del caso;-) Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Anafilassi, Shock Anafilattico, Reazioni allergiche, Mangiar fuori casa

Allergie alimentari e soglie: quando un allergene può scatenare una reazione allergica?

Dalle analisi è emerso che quantità comprese tra 1.6 e 10.1 milligrammi di nocciole, arachidi e sedano sono in grado di scatenare una reazione nel 10% dei soggetti. Per il pesce, invece, questo valore raggiunge i 27.3 milligrammi. Dati importanti che, secondo quanto affermano gli scienziati, potrebbero aiutare persone ad evitare il consumo di alimenti che contengono tracce di allergeni. (Fonte: LA STAMPA Salute).

Chissà che in futuro non lontano le etichette alimentari non cambino, grazie alla ricerca medica nel campo delle allergie alimentari…

L’articolo fa riferimento ad uno studio che lì non è citato, ma credo sia il seguente: How much is too much?: Threshold dose distributions for 5 food allergensJournal of Allergy and Clinical Immunology, 2015; DOI: 10.1016/j.jaci.2014.10.047, di cui parla anche Science Daily in questo articolo on line. Giusto perché a me piace andare alla fonte in questi casi. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Anafilassi, Shock Anafilattico, Reazioni allergiche, APPROFONDIMENTI, PENSIERI DI UNA MAMMA

Allergie e Intolleranze Alimentari e etichette chiare.

A tutti ben tornati e buon 2015! E per cominciare l’anno in tema di allergie alimentari e simili… vi farò partecipi di una situazione capitatami in vacanza…

Quello dell’etichettatura degli alimenti è un tema solo apparentemente di semplice interpretazione e applicazione, per tutti in generale, ma soprattutto per i consumatori allergici, gravi e meno gravi, per i consumatori con intolleranze alimentari, per i celiaci, così come per gli addetti ai lavori, dalla produzione alla ristorazione “pubblica” e scolastica.Etichetta di pasta di semola di grano duro by mimangiolallergia

Esiste però un obiettivo comune: produrre un’etichetta chiara, trasparente, corretta e attendibile. Il prodotto industriale, così come anche i processi di lavorazione, di trasporto, di conservazione, sono diventati però talmente complessi da rischiare di compromettere il raggiungimento di quell’obiettivo.

Oggi però non voglio impartire lezioni in materia di lettura delle etichette, bensì presentarvi una situazione reale, in cui le madri di due bambini, diversamente allergici alle proteine dell’uovo, si confrontano, serenamente e allegramente, ma non per questo in modo meno seriamente, sull’acquisto del tipo di pasta da utilizzare per preparare il pranzo che si è deciso di consumare insieme in montagna e da cui sono scaturite considerazioni in merito alle strategie di comunicazione delle aziende… Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza, Mangiar fuori casa, PENSIERI DI UNA MAMMA

Bambini e adolescenti atopici e abbigliamento: quando non è solo una questione di glamour…

Calze 98% cotone by mimangiolallergiaMamma, sono stanca di quelle calze bianche! Le voglio anch’io colorate! | Tesoro, vediamo… magari ne troviamo un paio che non ti fanno venire quel terribile prurito, come l’altra volta, ricordi? | Hai ragione mamma, però… se le trovi me le compri? | Certamente, è una promessa. 

E le promesse bisogna mantenerle, sempre, altrimenti si perde di credibilità, giusto?

Ma quella domanda, posta da una bambina… non è una questione di “glamour”, è qualcosa di più profondo e ha a che fare, secondo me, con l’accettazione di sé, così come si è…

 

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Allergeni, DERMATITE ATOPICA, Fattori scatenanti, PENSIERI DI UNA MAMMA, Prurito

Campagne di richiamo dei prodotti alimentari: intervento dell’avvocato Giuseppe Giacovelli ne Il Fatto Alimentare.

[…] la definizione di alimento a rischio si declina nelle due categorie: quella degli alimenti dannosi per la salute e quella costituita dagli alimenti inadatti al consumo umano.

Per determinare se un prodotto si deve considerare  dannoso per la salute occorre prendere in considerazione quanto segue: non soltanto i probabili effetti immediati e/o a breve termine, e/o a lungo termine sulla salute della  persona che lo consuma, ma anche su quella dei discendenti; i probabili effetti tossici cumulativi; la particolare sensibilità, sotto il profilo della salute, di una specifica categoria di consumatori, nel caso in cui  sia destinato ad essa. […]

(Fonte: pagina 1 dell’articolo Campagne di richiamo: quando e perché scatta la denuncia. Gli obblighi degli operatori, la giurisprudenza e le nuove proposte. Il parere dell’avvocato Giuseppe Giacovelli, apparso il 6 marzo nel sito de Il Fatto Alimentare).

Dubbio http://office.microsoft.com/en-us/images/results.aspx?qu=doubt&ex=2In qualità di consumatrice, nonché di genitore di una piccola consumatrice allergica -per la quale la presenza in un prodotto di un allergene NON dichiarato in etichetta costituisce un fattore di rischio per la sua salute, così come per tutti i soggetti allergici a quell’allergene, rischio che nei casi più severi può rivelarsi addirittura letale– desidero informarmi, e la lettura che vi propongo oggi vuole essere un pretesto per cominciare ad acquisire qualche informazione in linea generale, al di là delle allergie.

Oggi non ho il tempo di approfondire e mi limiterò a riportare qualche passaggio del testo a titolo introduttivo, quale spunto di riflessione, nonché qualche link di approfondimento teorico (anche in termini di soglia di sicurezza degli allergeni), ma mi riprometto di tornare sull’argomento, in particolare dal punto di vista del consumatore/della consumatrice allergico/a, perché, fra tanti interrogativi, da non addetto ai lavori, mi domando se gli alimenti contenenti allergeni non dichiarati in etichetta siano considerati “alimenti a rischio” per la salute di una categoria in particolare, appunto il consumatore allergico, pur rendendomi conto che la materia non è di così semplice interpretazione…

Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, APPROFONDIMENTI, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza

L’esposizione agli inquinanti è correlata ad un aumento della prevalenza di patologie allergiche in età pediatrica.

L’aumentata prevalenza in tutto il mondo di patologie allergiche in età pediatrica è stata correlata all’aumentata esposizione ad inquinanti ambientali ed ai processi di urbanizzazione, soprattutto nei paesi industrializzati. L’aumento delle temperature registrato negli ultimi anni è responsabile dell’anticipo della stagione pollinica primaverile, del prolungamento del periodo di fioritura, dell’aumentata produzione di pollini e del cambiamento delle aree di diffusione delle principali specie di piante, con effetti importanti sulla salute, specie nei soggetti affetti da pollinosi. Tra gli inquinanti ambientali interni il fumo di tabacco, i miceti e l’umidità, gli allergeni domestici (acari della polvere, alternaria, blattella e derivati epiteliali di cane e gatto) rappresentano i principali fattori di rischio per asma in età pediatrica. È importante avviare piani di azione volti a ridurre i rischi ambientali per la salute dei bambini e favorire lo sviluppo dell’informazione sul tema ambiente e salute. (Fonte: RIAIP giugno 2013).

Sono contenta (si fa per dire) di leggere nero su bianco ciò che io sospettavo da tempo e non perché io sia una veggente ma soltanto perché vivo in città e mi guardo attorno… Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, APPROFONDIMENTI, Bambino Allergico a Scuola e i diritti dei bambini allergici

Disegnare con la farina: quando allergie e dermatite atopica lo consentono.

Disegni con la farina by mimangiolallergiaDurante: Mamma! Guarda che bei disegni! | Tesoro… non vorrei fare la guastafeste, però attenzione alle tue dita, non vorrei che si irritassero, perché quella farina, forse, non è adatta alle tue mani… | Mamma! La disidrosi non può impedirmi di divertirmi!!! | Fai come credi, io ho ti ho avvertita… 

Alla fine: Mamma… le dita bruciano… | EVITO LA FRASE… TE L’AVEVO DETTO… e, invece, dico: Risciacquale sotto il rubinetto con l’acqua ben fredda, poi vediamo di applicare una crema…

Io però l’avevo glielo avevo detto… Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, DERMATITE ATOPICA, Fattori scatenanti, Prurito