STOP all’Allergia all’Arachide con l’immunoterapia orale.

Fonte: Centro Allergie Alimentari Regione Veneto

Fonte: Centro Allergie Alimentari Regione Veneto

STOP all’allergia all’arachide è il nome del progetto avviato nel Centro di Specializzazione Regionale per lo Studio e la Cura delle Allergie e delle Intolleranze Alimentari dell’Azienda Ospedaliera di Padova, diretto dalla dottoressa Antonella Muraro.

L’allergia alle arachidi è una condizione, soprattutto in età pediatrica, che si associa spesso a reazioni gravi (anafilassi) per ingestione, contatto ed inalazione dell’alimento. Tale allergia è di frequente riscontro ed appare in aumento anche nei Paesi europei.

L’80% dei pazienti rimane allergico per tutta la vita con necessità di farmaco salvavita e di rigorosa dieta di esclusione per evitare le reazioni gravi.

Oggi sono disponibili nuove opportunità di cura con l’obiettivo di portare il paziente a una guarigione definitiva. A questo proposito l’immunoterapia orale per l’arachide si è dimostrata efficace in numerosi studi in Nord America. Un nuovo studio è ora in corso anche in Europa.

Il Centro di Specializzazione Regionale per lo Studio e la Cura delle Allergie e delle Intolleranze Alimentari dell’Azienda Ospedaliera di Padova è stato scelto come unico centro italiano presso il quale sarà possibile partecipare allo studio.

In caso foste interessati a ricevere ulteriori informazioni potete contattarci scrivendo a : arachide@sanita.padova.it

Scarica il file qui.

Questo è quanto reso pubblico nel sito del Centro Allergie Alimentari  Regione Veneto. Per il momento non ho informazioni aggiuntive.

Ricordo che l’arachide NON appartiene alla categoria degli allergeni genericamente conosciuta come Frutta a Guscio (Frutta a guscio, vale a dire: mandorle (Amygdalus communis L.), nocciole (Corylus avellana), noci (Juglans regia), noci di acagiù (Anacardium occidentale), noci di pecan [Carya illinoinensis (Wangenh.) K. Koch], noci del Brasile (Bertholletia excelsa), pistacchi (Pistacia vera), noci macadamia o noci del Queensland (Macadamia ternifolia), e i loro prodotti, tranne per la frutta a guscio utilizzata per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico di origine agricola. REGOLAMENTO (UE) N. 1169/2011,) in quanto trattasi in realtà di un legume: peccato che invece molti associando l’arachide alla ‘frutta essiccata’, la associno poi erroneamente alla frutta a guscio.

L’arachide (arachis hypogaea) appartiene alla famiglia delle leguminose; tuttavia, non è necessario eliminare dalla dieta anche gli altri legumi (fagioli, piselli, ecc…) a meno che l’allergologo non lo ritenga opportuno. E’ invece molto comune che una persona allergica alle arachidi sviluppi un’allergia verso noci, nocciole, mandorle, pinoli, ecc…

In caso di allergia alle arachidi è consigliato evitare i seguenti cibi: olio di arachidi, burro di arachidi, farina di arachidi, frutta secca come noci, occiole, mandorle, pinoli, ecc… alcuni tipi di corn flakes, alimenti fritti, margarine, olio vegetale, merendine, snacks, torte e pasticcini (alcuni tipi), (Fonte: FoodAllergyItalia)

Attenzione però… non solo agli alimenti che potrebbero le arachidi, ma anche ai cosmetici... come per esempio uno stick per labbra o balsamo per labbra, senza parlare ovviamente di prodotti emollienti, ma anche rimedi omeopatici e fitoterapici (penso per esempio ad un rimedio a base di arnica, tra i cui eccipienti c’è proprio l’olio di arachide), oppure ai prodotti per l’igiene, ai giochi per bambini (paste per modellare eccetera). Chi più ne ha ne metta.

Quando si parla di allergia alimentare?

Si parla di allergia alimentare per indicare una reazione immunologica verso proteine alimentari normalmente tollerate. L’intolleranza alimentare è invece dovuta ad una carenza di enzimi o a meccanismi farmacologici o tossici (ad esempio: intolleranza allo zucchero del latte, lattosio). E’ importante sapere, pero’, che l’allergia alimentare rappresenta l’unica allergia da cui si può guarire completamenteUna diagnosi tempestiva e unapresa in carico appropriata del paziente possono consentire infatti il superamento della malattia anche nell’adulto. (Fonte: Centro Allergie Alimentari Regione Veneto)

L’allergia alimentare è una cosa seria ed è importante che diagnosi e terapia siano affidati a esperti che si avvalgono di centri specializzati per non incorrere in rischi inutili che si sarebbero potuti evitare.

Ci risentiremo sull’argomento. –> Agg. del 17/11/2016: SECONDA PUNTATA.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...