BAMBINI E GIOVANI ALLERGICI A SCUOLA: somministrazione di farmaci in orario scolastico a Milano

Valigetta con kit salvavita by mimangiolallergiaLa somministrazione di un farmaco a scuola, dai nidi alle scuole secondarie di secondo grado, riguarda in genere malattie croniche o episodi acuti che si possono presentare all’interno di queste comunità e che prevedono l’assunzione di farmaci indispensabili (es. crisi convulsive in presenza di febbre, patologie della coagulazione del sangue, reazioni allergiche, crisi asmatiche o altro da valutare). – Fonte: www.asl.milano.it

E sì, perché i bambini e gli adolescenti allergici non sono gli unici studenti che potrebbe necessitare di somministrazione di farmaci a scuola durante l’orario scolastico (scuola statale o privata che sia, dell’obbligo e non).

L’ultimo aggiornamento della pagina della ASL di Milano risale a settembre 2015. Prima ci si arrangiava con il passa parola di chi ne aveva avuto esperienza. Quella pagina rappresenta un enorme risparmio di tempo per procurarsi le informazioni necessarie per presentare domanda alla propria scuola.

La pagina è chiara. Vi si leggono i passi da intraprendere per presentare alla Scuola la domanda di somministrazione di farmaci in orario scolastico.

Vi si trovano i presidi di Milano dove chiedere informazioni e ricevere il modulo di richiesta somministrazione farmaci. Vi si trovano altresì:

Ma soprattutto vi si legge, nero su bianco, quanto segue:

Il medico incaricato della Ss Prevenzione Distrettuale o della scuola, valuta la richiesta e formalizza l’autorizzazione, attraverso la sottoscrizione dell’apposito modulo da parte dei genitori, del Dirigente scolastico e del medico stesso.

Il personale scolastico che si rende disponibile provvede alla somministrazione del farmaco, secondo le indicazioni precisate nella richiesta/autorizzazione e si impegna ad assicurare la corretta conservazione presso la scuola. Tale personale è sollevato da ogni responsabilità penale e civile derivante dalla somministrazione della terapia farmacologica, se effettuata secondo le modalità concordate.

Bene. La parte evidenziata in neretto non è un dettaglio, ma può essere, in certi casi, la chiave di volta, per ottenere la disponibilità di uno o più insegnanti, perché ricordiamo che il personale docente non è tenuto a somministrare farmaci nell’ambiente e nell’orario scolastici.

L’adrenalina autoinettabile è un farmaco che non richiede il possesso di cognizioni specialistiche di tipo sanitario, né l’esercizio di discrezionalità tecnica,  altrimenti non potrebbero utilizzarla nemmeno i genitori che non sono necessariamente anche medici, ai cui figli è stata prescritta . Quella precisazione da sola magari non servirà ad ottenere la disponibilità, ma aiuta sicuramente, e vederlo scritto nero su bianco è, dal mio debolissimo punto di vista, un bel successo, perché prima a dirlo ero io, genitore, ora lo dichiara anche l’istituzione.

Attenzione: l’affermazione:

L’autorizzazione ha validità fino ad eventuale variazione del programma terapeutico che viene comunicato dalla famiglia. In assenza di variazioni, l’autorizzazione si intende valida per l’intero ciclo scolastico (esempio: nido, primaria, ecc).

non significa che allora si può evitare di ripetere addestramento annuale all’uso e soprattutto al riconoscimento delle reazioni allergiche che devono mettere in allarme, bensì che non è necessario presentare la medesima documentazione dal principio, ma “soltanto” il piano terapeutico aggiornato e i certificati medici del caso.

Se torno indietro nei ricordi… Ho ben presente quando qualche anno fa avevo lasciato un commento nella pagina Facebook del Comune di Milano, chiedendo proprio come mai cliccando, nella la pagina Medicina Preventiva, su ‘Somministrazione farmaci in orario scolastico’ non si apriva nessuna pagina esplicativa… Poi si sa che di necessità, tutti, chi prima chi poi, facciamo virtù, però che fatica.

Questa pagina nel sito della ASL di Milano è uno strumento importante, perché può far risparmiare un po’ di tempo alle famiglie, ma anche i dirigenti scolastici, che devono orientarsi nella giungla delle informazioni e nelle stanze della burocrazia 🙂

 

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Anafilassi, Shock Anafilattico, Reazioni allergiche, APPROFONDIMENTI, Bambino Allergico a Scuola e i diritti dei bambini allergici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...