Polpette vegetali senza proteine del latte e uovo

Polpette vegetali by mimangiolallergiaSENZA PROTEINE DEL LATTE, UOVO, GLUTINE e ALTRE PROTEINE DEL GRANO, SOIA

CON PINOLI E FAGIOLI

Mamma, cosa si mangia oggi? Qualcosa di buono perché ho male al dente, ricordatelo… | Polpette… | Di carne vero? | No, di fagioli cannellini, quelli che piacciono a te (o meglio che meno la disgustano) | Ma no! Ho detto qualcosa di buono! | Fidati fidati… ti lecchereai i baffi 🙂 

Ma che faticaaaaaaaaa! Però… ne è valsa la pena: letteralmente divorate, senza dire be’… “Ma sì, dai, le hai fatte buone…”

Quel giorno non sapevo davvero che cosa cucinare, perché Alice aveva una gengiva molto infiammata (come abbiamo scoperto dal dentista), per via di qualcosa che si era incastrato tra un dente e l’altro, quindi faceva fatica a masticare. L’idea delle polpette mi è venuta, perché sono tutto sommato poco complicate e fatte come le faccio io… sono pure appetitose. E sì, perché se anche nelle mense scolastiche imparassero a insaporire in modo sano i legumi, forse sarebbero più apprezzati anche dai bambini. Un giorno o l’altro organizzerò una bella degustazione per i dirigenti delle società di ristorazione, magari facendomi aiutare da qualcuno di voi… (Antonio, Ornella, se siete in ascolto… battete un colpo).

Avevo postato su Facebook la foto e più di uno mi hanno scritto anche privatamente per conoscere la ricetta, così ho pensato di scriverci velocemente un post, perché quelle polpette sono veloci, gustose e nutrienti.

Le polpette vegetali sono una valida alternativa a quelle tradizionali di carne, e ormai ovunque ci si giri medici anche di grido raccomandano di limitarne il più possibile il consumo (peccato a scuola un allergico alle proteine al latte, uova riceva spesso e volentieri carne e prosciutto cotto come cibi sostitutivi, ma questo è un altro discorso). Da quando Alice è diventata pure allergica ai ceci… non ho più molte possibilità vegetali all’infuori di soia e fagioli (no lenticchie, no piselli, no ceci, no fave… non ho ancora provato le cicerchie ma fanno parte della famiglia delle fave se non erro e non ho ancora trovato la voglia…).

Passiamo velocemente a descriverla (io vi dico cosa ho usato io ovviamente, ma voi potete usare 1) fagioli freschi e cuocerli prima al posto dei fagioli in scatola o vasetto di vetro; mandorle al posto dei pinoli a secondo del gusto e delle allergie del caso, perché c’è chi consuma mandorle ma non pinoli e viceversa), tenendo presente che questa ricetta si presta moltissimo per essere preparata insieme ai bambini. Alice aiuta me e il suo papà nella preparazione delle polpette sin da quando era alla materna, con grande soddisfazione e si sa che ciò che preparano loro, è anche più probabile che sia gradito (ho scritto più probabile… non certo 🙂

OCCORRENTE

Pentola bassa e larga antiaderente, spatola in teflon, una forchetta, un contenitore alto, tritatutto

5 INGREDIENTI 

una patata medio-grande a testa, una confezione di fagioli cannellini bio (ingredienti: fagioli, acqua, sale, niente additivi di sorta), 20 gr di pinoli a testa, sale marino integrale fino q.b., olio extra vergine di oliva (o altro olio vegetale tollerato). Per chi volesse, impanatura di mais, ma noi non l’abbiamo usata.

PROCEDIMENTO

  1. Cuocere le patate in acqua leggermente salata. Lasciarle raffreddare e poi spelarle.
  2. Scolare i fagioli e versarli nel contenitore e schiacciarli con la forchetta (non frullateli o la consistenza risulterà poi troppo morbida).
  3. Schiacciare anche le patate con la forchetta e unire il composto ai fagioli schiacciati.
  4. Tritare molto molto finemente i pinoli fino ad ottenere quasi una farina e aggiungere all’impasto e amalgamare bene.
  5. Ungere la padella e deporvi le polpette che avrete formato con le mani.
  6. Rosolarle per parte, girandole con la spatola.
  7. Servire con il contorno preferito (io insalata, lei carote…)

Volendo potete anche guarnire con qualche salsa, tipo pesto di basilico, o pesto di prezzemolo, o altro che vi viene in mente e che pensate possa piacere.

Secondo il nuovo Galateo… non si dice più “buon appetito”, quindi mi limito ad invitarvi a provarle e a dirmi cosa ne pensate;-)

Qui di seguito anche la ricetta delle polpette vegetali: con le taccole e con i ceci dove è evidente il contorno preferito dalla figlia.

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in RICETTARIO, Secondi SENZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...