Allergia alla frutta fresca e il parere degli esperti.

Spiedini di frutta by mimangiolallergiaSebbene siamo alla fine dell’estate, il dessert a base di frutta è sempre il benvenuto, in qualsiasi forma, e con con qualsiasi frutta, purché gradito ma soprattutto purché tollerato.

Quelli che vedete nella foto sono una tra le tante varianti che propongo non solo alla fine di una cena con amici, ma anche come merenda per i bambini, soprattutto quando non mi sono potuta organizzare per preparare dolci senza compatibili con le allergie alimentari della figlia. Occorrente? Frutta fresca di stagione e stecchi lunghi di legno. Stop.

Attenzione però… l’allergia alla frutta fresca è più diffusa di quanto si pensi…Forse non tutti sanno che l’allergia alla frutta fresca non è poi così rara. La RIAIP aveva pubblicato nel 2008 un documento (a cura della Commissione di Diagnostica Immunoallergica della SIAIP, a cui hanno partecipato: Claudia Alessandri, Roberto Berni Canani, Franco Borghesan, Alberto Martelli, Paolo M. Matricardi, Paolo Pigato, Lamberto Reggiani), dal titolo Allergia alla frutta fresca in età pediatrica, in cui gli autori spiegano di cosa si tratta, con una panoramica anche sulle reazioni crociate (ossia un’allergia di gruppo a proteine simili o imparentate) e illustrano anche un caso clinico, fra molti.

E in base alla mia personalissima esperienza con persone allergiche, l’allergia alla frutta fresca non è un fatto raro nemmeno fra gli adulti. Penso per esempio ad un’amica che è allergica solo e soltanto alle mele “gialle” (no rosse, no verdi) e quando dico allergica intendo dire che ha una reazione anafilattica con edema della glottide.

Sebbene il documento di cui sopra sarebbe rivolto agli addetti ai lavori, esso contiene informazioni interessanti anche per coloro che come me sono curiosi e desiderano saperne di più.

La frutta è il primo alimento, dopo il latte, ad essere somministrato al bambino intorno al 5°-6° mese di vita. Da una recente inchiesta condotta dalla Commissione per le Allergie Alimentari, Anafilassi e dermatite Atopica della SIAIP, risulta che l’allergia alimentare grave alla frutta, in età pediatrica, in Italia si aggira intorno al 9%; nella percentuale non viene però definito il tipo di frutta in causa: a guscio (noci-arachidi) o fresca. Ggli studi di biologia molecolare sui principali panallergeni presenti nel mondo vegetale hanno reso ragione delle principali sindromi correlate a cross-reattività tra polline-alimento fino ad ora descritte in letteratura. […]

CONCULSIONI

[…] Gli studi comparsi in letteratura, in questi ultimi anni, […]  hanno paragonato i livelli di Ige specifiche verso allergeni altamente purificati o ricombinanti con il test di provocazione orale, là dove era possibile eseguirlo senza causare danno al paziente. Da questi studi qualcuno vorrebbe giustamente dedurre il rapporto di verosimiglianza* positivo in grado di permettere al medico di evitare un test di provocazione orale per confermare la diagnosi. I dati numerici dedotti da simili calcoli hanno però, per ora, poca utilità. Infatti in allergologia attualmente non esistono rapporti di verosimiglianza talmente sensibili o specifici che ci permettano di attribuire valori predittivi generalizzabili a qualsiasi popolazione di soggetti allergici. Non esistono in caso di allergia respiratoria: non ci sono infatti valori per gli sPt o per le Ige specifiche in grado di distinguere tra soggetto sensibilizzato e paziente malato, o tanto meno esiste in questo campo un test diagnostico di riferimento. […] Non esistono per gli allergeni presenti nella frutta fresca in base all’enorme numero di variabili che condizionano il riconoscimento e la presenza di queste proteine. Tuttavia non si può giungere alla paradossale conclusione che in mancanza di dati le indagini diagnostiche fino ad ora utilizzate, perfino quelle più mirate, volte ad individuare molecole allergeniche, non debbano essere utilizzate o peggio ancora, siano inutili o di-spendiose. Il compito del pediatra è quello di iniziare a sospettare un’allergia di fronte ad un bambino che rifiuta sistematicamente la frutta o che presenta reazioni ad essa, conoscere il problema, segnalarlo ai colleghi allergologi affinché lo identifichino secondo un algoritmo basato sulle più recenti ed aggiornate conoscenze. Solo attraverso queste specifiche conoscenze applicate ad ampi studi di popolazione si potrà un giorno giungere a delle conclusioni, non solo epidemiologiche; nel frattempo è doveroso garantire al paziente la migliore qualità di vita impiegando tutti i mezzi disponibili.

Per oggi può bastare, ma ci sarebbe un altro documento più recente che non tratta nello specifico l’allergia alla frutta fresca, ma ne spiega i meccanismi, validi sia per la popolazione pediatrica, sia per quella adulta, ma il post odierno mi sembra già abbastanza lunghetto e non vorrei troppo approfittare della vostra pazienza;-) Al prossimo approfondimento.
Advertisements

4 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, APPROFONDIMENTI, Dolci SENZA, RICETTARIO

4 risposte a “Allergia alla frutta fresca e il parere degli esperti.

  1. i tuoi articoli sono sempre cosi interessanti e a volte mi sento persa …con nuove allergie nuove paure ,paura che non ci sarà mai soluzione
    oggi ti ho menzionato nel mio sito

    • Ma grazie!!! Alcune soluzioni ci sono, altre ci saranno e per quelle che proprio non vedranno mai la luce, gli allergici “alleneranno” buon senso, fiducia, capacità di godersi la vita… nonostante le allergie… un caro saluto, un arrisentirci a presto e ora vengo a sbirciare:-)

  2. monica

    …a me piace ricordare quello che la mia allergologa mi diceva quando ero piccola, ossia che le allergie non sono menomazioni, bensì un campanello dall’allarme, una risorsa in più del mio organismo di preservarmi, una maniera diversa di reagire….ed è così che giocando con le lettere della parola ALLERGIA (all’epoca ero alle elementari e) venne fuori la parola ALLEGRIA…come nelle feste: c’è caos, confusione, tante variabili, imprevisti, ma allegria!
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...