Carote a modo nostro

Carote by mimangiolallergiaSENZA: PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, GLUTINE E ALTRE PROTEINE DEL GRANO, SOIA, ADDITIVI, E SENZA DADO

Mamma che cosa c’è di verdura oggi? | Carote. | Mhm (non può dire nulla perché le ha inserite tra le verdure che le piacciono!!!). Ma… come le fai? | Non le preparo io, bensì il tuo paparino…

E sì… col passare del tempo, non basta ingegnarsi in cucina per far gradire certi cibi (quelli di sempre) ai figli, occorre anche alternarsi ai fornelli…

Quelle che vedete sono “la specialità” del papà: come le cucina lui… non le cucina nessuno! Io ci ho provato, ma le sue risultano sempre “più buone, lui le taglia a fiammiferino” (!).

Ma come io le cucini o come le tagli… cambia poco: quelle che vedete nella foto non sono a fiammiferino, ma le ha cucinate il suo papino (!). E così sia. Le carote cotte sono affare suo da quel giorno 😀

La carota è tollerata dalla maggioranza, ma ho conosciuto persone che vi sono allergiche. Strano ma vero. Ricordo ancora il primo dermatologo-immunologo tedesco, conosciuto in Germania all’epoca della nostra “vita tedesca”, padre di tre figli, di cui una affetta da dermatite atopica e allergica come Alice, il quale mi disse di non preoccuparci troppo dei cibi, perché un soggetto allergico può esserlo a qualunque alimento, anche il più insospettabile. E la carota rientra tra gli insospettabili, come conferma anche l’elenco delle

verdure che più frequentemente sono responsabili dell’insorgenza di reazioni, ossia pomodoro, peperone, sedano, carota, patata” (Fonte: FoodAllergyItalia/Verdura)

Bene, fatta questa premessa, questo breve post (con ricetta alla fine) è solo per dire che lo stesso cibo proposto da altri “attori”, diversi da quelli che agiscono nel quotidiano (la figura di riferimento principale per intenderci) può assumere un “sapore” tutto diverso (!!!)

Se penso alla “mela con lo zucchero a velo o al vulcano di patate e carote della Nonna Lele”, oppure alla “pasta in bianco (ossia solo olio!) della tata Ellen dell’amichetta da cui si è trovata casualmente a mangiare, non mi capacito perché, invece, a casa faccia tante rimostranze di fronte allo stesso alimento!

Sicuramente ci sono aspettative, giochi (psicologici), confidenza e permesso di dissentire, e tutto quello che volete voi, ma a volte basta alternarsi col consorte, nella stessa casa, o con la baby sitter, per avere un effetto inimmaginabile!

Quindi via libera alle carote di sempre, ma cucinate, questa volta, da lui, il PaPà!

Ricetta veloce veloce ma gustosa per tre persone (è talmente semplice che non ci credo, ma il marito mi ha confermato tutto quello che leggerete).

INGREDIENTI. due carote medie a testa (meglio se da agricoltura biodinamica), olio extra vergine di oliva (o altro olio vegetale tollerato) q.b., eventualmente un po’ di acqua (io uso quella addizionata di calcio, lui quella del rubinetto:D)

PROCEDIMENTO. Tagliare le carote come si è soliti (il papà è un mostro nel tagliare fine fine, a fiammifero, e … anche il taglio ha il suo perché… ma quando si è di corsa, va bene qualsiasi forma!). In un pentolino antiaderente versare un po’ d’olio di oliva, versare le carote e rosolare a fuoco non troppo vivo o brucia tutto (con me bruciano spesso anche a fuoco lento!), rigirando spesso con un cucchiaio di legno. Qualora vi accorgeste che… tendono a bruciacchiare,  aggiungere un po’ d’acqua MA, come raccomanda il marito, NON devono bollire nell’acqua… per dire di aggiungerne poca poca quanto basta per non far bruciare tutto…

Io non so come faccia, quindi provate voi e sappiatemi dire se vi riesce di non aggiungere acqua! Buona settimana!

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Contorni SENZA, RICETTARIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...