Pasta e ceci saporita… che non mangeremo più:(

Pasta e Ceci e Pancetta affumicata by mimangiolallergiaSENZA: PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, GLUTINE, PROTEINE DEL GRANO, DELLA SOIA”

Mamma, brucia” | “Aliii…” | “Mamma, brucia e prude! Mi fanno allergia” | “Senti Alice, se non ti va di mangiarla, dillo e basta, ma non usare per favore le allergie come scusa. L’hai sempre mangiata. Oggi ho aggiunto pure la pancetta affumicata perché so che ti piace ancora di più…” | “Mamma, ma perché non mi credi! Ora mi si sta pure gonfiando il labbro!!! Sei contenta?!” | “Ops… no che non sono contenta…

E da oggi niente più ceci… Della serie: Allergie che vanno, Allergie che vengono… (era maggio 2013)

Che dire. Fino all’inizio della scorsa primavera, la figlia mangiava tranquillamente ceci in vari modi (farinata, in insalata, sottoforma di frittata e persino di biscotti), e senza dover aggiungere alcunché per insaporire… ma verso marzo/aprile Alice aveva cominciato a lamentarsi che “le davano fastidio”. Ed io pensavo che fossero “capricci”, ossia una scusa per non mangiarli. Così avevo aggiunto la pancetta che lei adora, ovviamente… Con la speranza di farglieli gradire nuovamente… Niente da fare. Aveva ragione lei.

Oggi ha otto anni e devo ammettere che non era mai capitato che lei usasse le sue allergie per rifiutare qualcosa, in quanto sin da quando era molto piccola abbiamo sempre cercato di “rispettare” i suoi gusti, senza inutili imposizioni. Però i bambini crescono… e comincia a fare un uso della parola molto più elaborato di una volta, per cui il dubbio ci sta…

Inutile dirvi però che quel giorno mi sono sentita in colpa, per non averle creduto prima, ma non è sempre così facile, immediato, capire se si tratta di “capricci” oppure no, se non ci sono “segni evidenti” di allergia.

Quand’era più piccola era più semplice per assurdo. Ricordo ancora benissimo il giorno in cui le diedi i piselli per la prima volta in svezzamento. Avrà avuto 8 mesi circa: dopo due cucchiaiate aveva girato il volto dall’altra parte e rifiutava qualsiasi altro tentativo, grattandosi di tanto in tanto la bocca. Ed io, che sapevo già allora che Alice era un soggetto allergico, non avevo insistito e le avevo preparato un pasto sostitutivo. Verificando con la pediatra, decidemmo di riprovarci in altra occasione: stessa scena. Finché un giorno, ultimo tentativo, le si gonfiarono labbra e occhi e … non ci riprovammo più. Verso i 5 anni, saltuariamente li assumeva qua e là (stracotti) in piccole quantità senza reazioni degne di nota, finché un giorno, l’anno scorso, non ha più tollerato nemmeno il brodo in cui erano stati cotti… Ora lasciamo passare un po’ di tempo e poi in piccolissima quantità glieli riproporremo. Peccato che non sia prevista la desensibilizzazione anche per i legumi…;)

Non mi dilungo oltre oggi, anche se vorrei, per darvi invece una ricetta che piace non solo ai bambini ma anche ai grandi (provata anche con la pasta senza glutine, è riuscita benissimo! Io uso di tanto in tanto un tipo senza additivi che piace anche ai non intolleranti al glutine),

INGREDIENTI per 3 persone

200 g di pasta tollerata (se senza glutine, io aggiungo un cucchiaino d’olio nell’acqua: il risultato è ottimo), una confezione di ceci precotti (bio) con la loro acqua di cottura, una confezione di pancetta affumicata (bio, senza proteine del latte, glutine ecc.), un rametto di erba salvia, sale marino integrale q.b., olio extra vergine d’oliva.

PREPARAZIONE

  1. Cuocere la pasta come siete soliti.
  2. In un tegame basso rosolare un poco la pancetta affumicata SENZA aggiungere grassi, con la salvia. Una volta rosolata, eliminate “l’olio” che la pancetta ha rilasciato.
  3. Scolare la pasta e versarla in un recipiente alto, in cui aggiungerete i ceci. Condire con un filo di olio evo crudo.
  4. Servire nei piatti e aggiungere un po’ di pancetta in ciascun piatto, e volendo, anche la salvia…

Beati voi che potete…

Advertisements

22 commenti

Archiviato in Primi SENZA, RICETTARIO

22 risposte a “Pasta e ceci saporita… che non mangeremo più:(

  1. Trovo sempre straordinario vedere come il nostro corpo ci dia i giusti segnali prima ancora che la mente se ne renda conto 🙂 Peccato per i ceci, però 😦

  2. ciao Monica! eh si, come ti capisco bene (purtroppo…). Leggendo il tuo post mi è parso di rivivere una scenetta familiare. A Giulio, per esempio, è accaduto poche settimane fa con la carne di maiale. Ma in un modo del tutto strano che stiamo ancora indagando. Ovvero: mangia ancora senza problemi il prosciutto ma un giorno, a pranzo, ha avuto una reazione allergica ai wulster (peraltro bio e senza additivi) che mangia da mesi. Io sono stata una tua fotocopia cara Monica “Giulio, lo sai che l’allergia è una cosa seria. Se non hai voglia oggi dei wulster basta che tu lo dica, la mamma non ti forza mai a mangiare”. Ma in cuor mio, sapendo che lui adora i wulster, mi stavo già mettendo in allerta….e infatti ci sono voluti antistaminico, areosol e ben 2 mg di cortisone per placare il prurito alla bocca che si era scatenato…Anche noi seguiamo lo stesso metodo. Ora pausa per un po’ di tempo e poi riproveremo con le dovute cautele.
    Una vita sul filo del rasoio…o meglio, del coltello!
    Ti mando un caro abbraccio Monica, a te e ad Alice.
    Laura di vitadaallergico

    • Ciao!!!
      povero Giulio:( come lo/ti/vi capisco… comunque in fatto di stranezze pensa che quest’estate abbiamo conosciuto una bimba che ha scoperto l’allergia alle arachidi… perché le facevano male gli orecchi ogni volta che mangiava il gelato… oppure altro che contenesse arachidi e altra frutta a guscio e l’allergologo ha confermato che in realtà si gonfia una parte vicino all’orecchio provocando otalgia (ossia mal d’orecchio). Il mondo delle allergie è assai strano…

  3. Valeria

    Un medico che desensibilizza anche ai legumi, io ce l’avrei…fammi sapere se ti interessa! Ho una perplessità sul fatto che i ceci fossero in scatola. I legumi in scatola sono tra i cibi vietati agli allergici al latte, il motivo però non lo so e non l’ho mai approfondito….che fosse questa la causa dei fastidi? Una pulce nell’orecchio per te. Ed è ora che mi muova x scoprire il perché del divieto…

    • Cara Vale, sai che quando parli tu, mi metto sull’attenti, ma stavolta le contaminazioni non c’entrano purtroppo. Li abbiamo provati in tutti modi: in scatola, secchi e cotti, farinata comprata e fatta in casa con farina di ceci… non c’è verso e i test hanno “drammaticamente” confermato l’allergia non solo ai ceci, ma anche ai piselli, alle lenticchie ecc. ossia le allergie crociate con l’allergia alle graminacee che per ora è sopita, perché “soppressa” da quelle agli alimenti, ai legumi appunto:( Per la desensibilizzazione… mi metto in ascolto attivo e ci risentiamo;) G R A Z I E

  4. Tilly

    Spiacente per questi altri senza…. e non vorrei essere allarmista… ma … e la soia? Perchè anche quella è un legume….

    • Cara Tilly, per ora cannellini e soia sono ancora ok e l’allergologa ha detto di non esagerare ma di perseverare… ti saprò dire… ma non sei allarmista, piuttosto molto realista;) grazie!

  5. monica

    Questa ricetta dev’essere ottima…proverò!
    Finalmente è arrivato il tempo delle castagne…adoro le castagne! Bene, è da qualche anno che a mangiarle saltano fuori strani sintomi (strani per modo di dire, sono i classici sintomi da reazione crociata allergica, ma strani perchè sospetti nei cibi ben tollerati…)morale: anche quest’anno, sotto consiglio dell’allergologa, riproviamo con un paio di castagne…ok, nei boschi e nei castagneti, a causa dell’alternaria non ci potrei stare (ma io, a piccole dosi, ci vado), ora neanche le posso mangiare (e ho sperimentato giorni fa che neppure posso sbucciarle) perchè “litigano” con l’allergia alle composite…vedrò l’anno prossimo, magari miglioro!!! Altro mal non venga!
    Comunque, ripeto, le allergie non passano, mutano e si evolvono (o evolgono?) come quei personaggi dei cartoni animati!!!
    Proverò i tuoi ceci, ma non metterò la pancetta, proverò con il prosciutto cotto o lo speck!

  6. Scusate…. ma che c’è qualcuno allergico qui?
    Noi nel frattempo abbiamo sfornato un bel ricettario, senza latte, uovo e altre cosine che ci davano fastidio ;)) :)), che manderemo gratuitamente ad alcuni ospedali pediatrici con centro allergologico, naturalmente per quel che possiamo, poi vi facciamo sapere.
    Ciao Monica e ciao Laura, un abbraccio affettuoso a tutte.
    Giannantonio e Franca

  7. no, i legumi no! mi dispiace molto monica di questa novità
    alla fine io sono sempre più convinta che quanto a problemi alimentari, noi celiaci non siamo certo quelli che se la passano peggio…
    proverò comunque la tua pasta, a me i ceci piacciono molto!

    • Sei sempre carina. Proprio ieri una mamma (nuova) che di allergie e celiachia non ne sa nulla… si informava e mi chiedeva ma che differenza c’è? E io devo ammettere che ho difficoltà a volte a descriverle senza togliere ad una o aggiungere troppo ad un’altra e allora nella mia mente ho individuato due variabili molto differenti: 1) allergici si può esserlo a tutto, mentre la celiachia riguarda “solo” il glutine e nemmeno tutto il grano, viste le nuove farine in commercio; 2) di allergia nei casi più gravi si può morire, di celiachia no anche se… ho sentito dire che una celiachia trascurata può predisporre al tumore dell’intestino, ma non so se sono dicerie o verità, e qui forse tu ne sai più della sottoscritta.
      p.s. Quella pasta piace a tutti! allergici, celiachi e non… sto provando diversi tipi di paste senza glutine, ma alla fine finisco sempre per preferire quelle senza additivi…

  8. monia quanti problemi con queste allergie io dopo l’interveto vado a fare un’altro day hospital per vedere se qualche allergia alimentare è andata via e altre nove in arrivo 😦

    • quello che mi fa rabbia è che tutti dicono che crescendo passano… ma DOVEEEEEEEEEEEE!?!?!?!!?

      • ornella

        Mo, te lo dico io quando e dove:
        Signora, svezziamolo e vedremo.
        Signora, aspettiamo il compimento dell’anno.
        Signora, aspettiamo il compimento dei tre anni.
        Signora, aspettiamo il compimento dei sei anni.
        Signora, aspettiamo fiduciosi la pubertà (intanto le IGE decollavano).
        Signora, forse, da adulto…potrebbe scemare d’intensità!
        E adesso che lo è ???
        Nulla da segnalare. Oramai, è talmente abituato a mangiare senza, che potrebbe essere difficile abituarsi ad altro (?????????????????).

        Io spero sempre e confido nelle scoperte della Scienza, lui ASSOLUTAMENTE NO!
        Ornella

      • Ah ah ah mi fai scompisciare dalle risate! Ho fatto leggere il tuo commento alla mamma di una compagna di classe di Alice mentre aspettavamo che uscissero da pallavolo, perché mi aveva appena chiesto: “Ma da grande passeranno queste allergie?” E io le ho risposto:”Leggi questo commento di una mamma di un ragazzo ormai adulto…” 😦

        Chissà… magari un giorno latte & co spariranno e mangeremo tutti insetti come minaccia un recente rapporto della FAO… blè!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...