Peperoni in agrodolce a modo nostro

Peperoni by mimangiolallergiaSENZA PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, DEL GRANO, GLUTINE, SOIA

CON o SENZA SOLFITI AGGIUNTI*

Io adoro i peperoni. La figlia pure. Il marito, se cotti, pure, quindi… via libera al libero consumo, in quanto verdura ormai di stagione, meglio se bio, se tollerati ovviamente…

Il peperone (che appartiene alla famiglia delle Solanacee) non è considerato un allergene (in base al Decreto che regolamenta in materia di etichette alimentari per intenderci), ma sempre più sento persone che non lo tollerano, fino allo shock anafilattico in rari casi, anche solo per contaminazione, e guarda caso è inserito nella lista di verdura a rischio: le verdure che più frequentemente sono responsabili dell’insorgenza di reazioni allergiche sono: pomodoro, peperone, sedano, carota, patata. (Fonte: Food Allergy Italia).

La ricetta di oggi è ciò che io rammento di come li cucinava mia nonna, con qualche variazione del caso da parte della sottoscritta, quindi non so se esistono altre variazioni, perché non ho controllato in rete, ma poiché riscuotono un gran successo in famiglia, con parenti ed amici, non mi adopero per trovare alternative.

Passiamo subito alla ricetta, tenendo presente che io abbondo con le quantità, in quanto si conservano benissimo anche in frigorifero per qualche giorno, per essere nuovamente consumati freddi.

Poiché mia nonna “andava ad occhio”, io “vado ad occhio e a palato, il mio palato”, ossia per quanto riguarda aceto, zucchero e sale dovete trovare voi la vs dose, comunque l’acqua NON deve superare i peperoni, anzi… ma se è troppo poca e vi allontanate… bruciano:(

ATTREZZI

una pentola bassa con coperchio (diametro: 32 cm), un cucchiaio di legno, un coltello

INGREDIENTI

almeno 3/4 peperoni medi, una manciata di foglie di basilico fresco, acqua quanto basta, aceto* di mele quanto basta, 2-3 cucchiai almeno di zucchero di canna integrale, e un pizzico di sale marino integrale.

*Dunque: nell’aceto di mele non vedo mai indicazioni in merito… non ho capito perché, ma indagherò, mentre  io uso un aceto balsamico senza solfiti ma non so se è anche senza glutine, quindi vedete voi, nel caso usate quello di vino senza solfiti e senza glutine e meglio se rosso, così evitate gli “schiarenti” (proteine del latte e dell’uovo).

PROCEDIMENTO

  1. Tagliare ogni peperone in quattro spicchi in verticale
  2. Privare gli spicchi dei semini, parti bianche, parti verdi
  3. Disporre i peperoni nella pentola
  4. Miscelare in una caraffa o in un pentolino acqua, aceto, sale, zucchero
  5. Versare sui peperoni la miscela
  6. Coprire col coperchio e cuocere a fuoco medio finché i peperoni saranno ammollati, ma non “spappolati” (come capita a me, quando li dimentico… maritino, lo so che stai leggendo e vorresti commentare: bruciati, ma con i peperoni non mi capita;)
  7. Una volta pronti, scolarli velocemente, e metterli in una pirofila stretta, formando degli strati alternando peperoni, olio e qualche foglia di basilico, peperoni, e così via … (p.s. quelli nella foto non hanno il basilico, perché quel giorno Alice era in cucina con me e ha deciso lei come prepararli… ma se ho ospiti, decido io;)

Da gustare tiepidi o freddi… Contorno ideale per accompagnare fiori di tofu, pesce, carni bianche. Provare per credere.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Contorni SENZA, RICETTARIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...