LIBERIAMO UNA RICETTA: cipolline borettane in agrodolce, la ricetta delle contraddizioni…

Cipolline in agrodolce by mimangiolallergia per Liberiamo una RicettaSENZA PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, GLUTINE*, PROTEINE DEL GRANO, SOIA, SOLFITI AGGIUNTI

Dunque… questa è la ricetta delle contraddizioni perché:

  •  non ho mai pensato di liberare una ricetta, e oggi son qui…
  • mia figlia detesta i filetti di cipolla ovunque ma… adora e divora focaccia alle cipolle e queste cipolline in agrodolce (ricetta del papà, in realtà, che io ho imparato a ripetere piuttosto bene, sembra)
  • fino all’ultimo ho pensato di  fare un’altra ricetta e poi… ho optato per questa
  • continuo a ripetere che son stufa di cucinare, che non gliela faccio più di vedere ricette ovunque, libri, riviste, blog, televisione… e poi alla fine… torno a cucinare, per amore, dei miei cari, di mia figlia che grandi occhioni mi guarda e mi dice:”mamma, se non vuoi cucinare oggi, che problema c’è? pollo e patatine e io son contenta… 😉 Tesoro! Magari fosse così semplice…

E così mi son riletta per benino il post dell’anno scorso di Mamma Felice e… ho visto che si può “regalarla ad un’amica”, e allora non ho avuto dubbi, devo liberare una ricetta anch’io.

E tra le mie amiche, oltre a quelle di vecchia data che non sono in rete, ci sono anche quelle più recenti… fra cui una… senza la quale non sarei qui oggi a liberare una ricetta, non solo perché non ne avrei saputo nulla se non mi avesse invitata, ma non ci sarebbe proprio questo blog, perché ha avuto la pazienza di accompagnarmi nell’apertura di un blog, senza praticamente conoscermi, o meglio molto poco, in modo molto molto generoso, in questo mondo di competitors!

Bando alle chiacchiere e passiamo alla ricetta:

Questo contorno è talmente semplice e talmente gustoso… che dopo averlo assaggiato sarà anche il vostro contorno! Non ho chiesto a mio marito chi gli abbia dato la ricetta, ma poco importa, saranno o la madre o la nonna, sempre donne di famiglia son.

ATTREZZI

Una pentola con coperchio  e una paletta di teflon

INGREDIENTI

una confezione di cipolline borretane (si vendono in vaschette standard), due cucchiai di zucchero di canna integrale, mezzo bicchiere di acqua, metà di metà bicchiere di aceto balsamico senza solfiti aggiunti (strano ma vero), due cucchiaini di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale marino integrale. * mi sovviene ora che alcuni aceti balsamici contengono additivi, in questo caso verificate che sia idoneo al vostro caso… Quello che usiamo noi non ne ha… Nel caso un’alternativa alle cipolline in agrodolce, ci sono sempre le cipolline brasate senza glutine… di Olga alias Felix di uncuoredifarinasenzaglutine

PROCEDIMENTO

Miscelare acqua, aceto e zucchero.

Versare nella pentola l’olio, le cipolline, la miscela.

Accendere il fuoco e far evaporare un po’ l’alcool dell’aceto.

Coprire e cuocere a fuoco lento finché non vi sembreranno ammollate, a questo punto scoperchiare e far rapprendere il sughetto. STOP

Questa la ricetta ma l’iniziativa va oltre, offrendo la possibilità di compiere un piccolo gesto per molti bisognosi:

Un piccolo aiuto al  Centro Astalli di Roma, e in particolare alla mensa dei rifugiati – JRS opera a Roma e in altre città italiane dal 1981, grazie all’impegno concreto di centinaia di volontari:” Accompagnare, servire, difendere i diritti dei rifugiati di tutto il mondo: questa è la missione che il Centro Astalli ha scelto di portare avanti nella realtà italiana. In un anno quasi 21.000 persone si sono rivolte ai servizi del Centro Astalli: mensa, ambulatorio, assistenza legale, scuola di italiano, centri di accoglienza, case famiglia.” La mensa del Centro Astalli è aperta cinque giorni a settimana, e ogni giorno prepara più di 400 pasti caldi. Il costo dei pasti: 5eur per un giorno, 25eur alla settimana o 100eur al mese. Si può donare qualunque cifra, utilizzando il conto corrente postale, n. 49870009, intestato a: Associazione Centro Astalli – via degli Astalli 14/A – 00186 Roma o tramite Bonifico Bancario, Banca popolare di Bergamo, sede di Roma, via dei Crociferi 44: IBAN IT 56 N 05428 03200 000000098333. Causale: #liberericette.

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a un’amica. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web. Grazie Lorenza, grazie Barbara!

Qui tutte le altre ricette liberate!

Advertisements

7 commenti

Archiviato in Contorni SENZA, RICETTARIO

7 risposte a “LIBERIAMO UNA RICETTA: cipolline borettane in agrodolce, la ricetta delle contraddizioni…

  1. Amo profondamente le contraddizioni e sono contenta che tu abbia liberato questa ricetta. La prendo al volo e, prossimamente, mi esibirò nelle cipolline di monicamimangiolallergia 🙂

  2. Le mitiche cipolline in agrodolce del marito… Questo sì che è un regalo!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...