LIBRI: Slow Food ci insegna a mangiare rispettando l’ambiente…

… contribuendo a ridimensionare certe convinzioni consolidatesi nel dopoguerra, sorte in seguito ad un periodo di privazioni varie, fra cui anche quelle alimentari.

Oggi torno a partecipare al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma, con un opuscolo realizzato da SlowFood e scaricabile qui.

Fra le righe vi si legge un invito a consumare meno e meglio. Dopo una panoramica sugli scenari futuri, l’opuscolo pone a confronto le cattive abitudini alimentari con quelle buone… e c’è un’informazione che ribadisce ancora una volta un principio condiviso a parole dalla stragrande maggioranza, ma che gode di scarsa applicazione nella pratica: “[…] Privilegiare la dieta mediterranea, rispetto a quella anglosassone basata su proteine animali […]”.

Ora, a qualcuno potrebbe interessare sapere che “[…] chi ha una dieta ricca di proteine, soprattutto animali (quindi carne e latticini) elimina una maggiore quantità di calcio con le urine. […].” E questa conoscenza assume particolare rilevanza nel caso del bambino allergico, il quale sarebbe meglio non consumasse quotidianamente carne e derivati (salumi), sia a casa, sia a scuola.

Lo so, i genitori lavoratori non hanno vita facile e il figlio allergico a più alimenti mette in crisi sia il dietista sia il gentore che deve cucinare una pietanza appetitosa e nutriente allo stesso tempo. Non solo. Già mi vedo la faccia del mio consorte se/quando leggerà questo post e dirà “Non fare la maestrina, diventi antipatica”. Io non voglio fare la maestrina, dico quello che penso, consapevole che non tutti possono/devono essere d’accordo con la sottoscritta e di conseguenza allinearsi. Però getto un sassolino…

L’opuscolo chiude con una rassegna di frutta e verdura di stagione, mese per mese, che non guasta sapere.

Poiché il tema mi ha suggerito per associazione l’idea dell’orto, vi dò un altro suggerimento editoriale, per il quale mi piacerebbe sapere se qualcuno lo consoce: Ecoalfabeto. L’orto dei bambini. Testo inglese a fronte. Di Fritiof Capra, disponibile in formato E-Book.

E sempre sul tema, domani, alle ore 15:00, presso la Libreria dei ragazzi di Milano si terrà un incontro dal titolo: SCIENZIATI VERDI. Laboratorio ludico-scientifico, “per “eco-scienziati” che amano vedere il mondo verde e in salute! A cura di Giunti Editore e Editoriale Scienza
Una frizzante attività ricca di esperienze sulle piante, l’ecologia, il giardinaggio e i cambiamenti climatici.  […] E’ fatto apposta per i curiosi come te che oltre ad amare gli alberi e il mondo verde li vuole anche capire divertendosi. Età: dai 5 anni. Ingresso libero su prenotazione: Tel. 0229533555; e-mail: info@lalibreriadeiragazzi.it

A tutti auguro un buon fine settimana con gli altri suggerimenti di questo Venerdì del Libro.

I miei suggerimenti passati qui.

Annunci

26 commenti

Archiviato in LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA

26 risposte a “LIBRI: Slow Food ci insegna a mangiare rispettando l’ambiente…

  1. jessicababytalk

    Grazie! scaricato! potevano farlo print-friendly però :))) Jessica

  2. profpalmy

    Molto bella l’impostazione del libro che suggerisci…

  3. barbara

    Quello che sto x scrivervi non ha a che fare con il post,ma…credo,anzi so…che vi interesserà sapere che….proprio stamattina Lavinia ha fatto lo scatenamento…! Ebbene,dopo ml 200 di latte…,NESSUNA REAZIONE! e il medico ci ha congedati con un”ora può mangiare tutto “!
    Io stento a crederci…e ..,.dopo litri di lacrime x la gioia e la tensione accumulata…ora sono stranamente spaesata!

    • Fantastico! Sono felicissima per Lavi, per voi tutti! Ma… me lo aspettavo:) e ci credo che ora ti senta spaesata. Quindi hanno dato via libera alle quantità, anche a casa, a scuola? Ho capito bene?

      • barbara

        Si Monica!ovviamente l ‘ introduzione di latte derivati deve avvenire cono moderazione,e figurati se io ora non ci vado con i piedi di piombo…!!
        In realtà devo ancora confrontarmi con il mio pediatra che è molto attento , in gamba e aggiornato sul fronte allergie,ma per ora mi limito ad introdurre il latte solo sotto la mia sorveglianza!
        Stamattina Lavinia ha però la febbre e devo chiamare l ‘allergologo per essere certa che si tratti solo di coincidenza.
        Questo è …come un sogno che si avvera,e io non ci speravo più!
        Lavinia è al settimo cielo,e ciò che la rende felice è solo il fatto che ora,non si sente più diversa dagli altri e dal fratellino….
        “mamma ma ora sono come gli altri bimbi!??”mi ha detto.”NO,AMORE MIO,TU NON SEI COME GLI ALTRI BIMBI…TU SEI SPECIALE!!!”…”perché conosci cibi e sapori,che altri bimbi no conoscono e mangi cose sane molto più degli altri!”
        Ho scaricato anche io!interessante!grazie!

    • ornella

      Madooooonna mia ! Sono senza parole. Io e mio marito siamo felicissimi per Lavinia e per voi .
      Bellissimo, NESSUNA REAZIONE. Da non crederci, eppure ti avevo detto di non disperare .
      E adesso via libera a tutto o si deve procedere con cautela?
      Vi abbraccio!

  4. Scaricato anche io! Grazie Monica!!

  5. Consumare meno e meglio: un invito di cui tutti dovremmo far tesoro… Vado a scaricare l’opuscolo. Grazie cara! Sempre preziosi i tuoi suggerimenti.

  6. Pingback: Homemademamma » Venerdi’ del libro: “Numeri” tutti da giocare

  7. Finalmente riesco a commentare: bello il libro di Slow Food, e bello segnalare un modo di mangiare diverso e più equilibrato, anche collegato con la storia. Grazie come sempre delle tue segnalazioni puntuali e precise!

  8. Bel regalo, questo link!
    Buon week end, mia cara,
    Grazia

  9. Carlotta

    Barbara, che bella notizia! è stato proprio propizio questo scatenamento!!! Mi raccomando procedi con i piedi di piombo nella reintroduzione… Quando Pietro ha superarto lo scatenamento al latte all’ inizio, per mesi, non ha tollerato realmente la quantità di latte: era nervoso, dormiva male, irrequietezza, fastidi alla pancia…. Sospendevo il latte e stava meglio…. Il pediatra mi suggerì di introdurre parmigiano e poi yogurt…. Poi altri formaggi… Lentamente… Ora la tazza di latte la tollwra bene, ma la verità è che non gli piace!

  10. barbara

    Ornella,Monica,Carlotta,care…
    grazie d’essere felici per me! Voi certamente potete capire come ci sentiamo in questi giorni.

    Lavinia è ancora incredula,ormai è il sto ultimo pensiero quando va a dormire e il primo quando si sveglia! Per ora ha assaggiato qualche biscotto e un pò di kinder fetta al latte che tanto desiderava (come dirle di no.!?).

    Mangia lentamente,assapora,prende tempo…pensa,ed è attenta ad ogni segnale del suo corpo…”cos’è questo rumore mmma!?”…era solo il suo pancino che brontolava! 🙂

    Sì,ci stiamo andando piano, pianissimo, in fondo che fretta c’è? E che mi importa se vorrà bere per sempre il suo latte di soia…ciò che conta,è che finalmente nei suoi occhi vedo che ha smesso di avere paura!!!

    Finalmente abbiamo smesso di avere paura… e voi sapete a cosa mi riferisco!

    A dirla tutta sto cercando di rendere consapevole Lavinia che la sua allergia potrebbe anche ritornare,ma solo” poco poco”,le dico…forse è per proteggerla o per proteggere me che ancora non ci credo,ma vorrei solo che vivesse questo momento così importante senza troppa euforia,con la giusta calma!

    Comunque,vi prometto che continuerò a lottare per “cambiare il mondo” e sensibilizzare la gente di fronte a questo problema..,sono o non sono una mamma speciale?!?

    Spero di poter dire che sono la mamma di una bimba ex allergica,e spero con tutto il cuore che lo possiate dire anche voi al più presto!
    Penso alla piccola Alice che vive le stesse situazioni di mia e mia figlia….

    Monica,abbiamo entrambe delle figlie speciali,così piccole e così…grandi e mature allo stesso tempo.Come descriverti la gioia nei suoi occhi quando ha capito che il latte non era più pericoloso!
    La gioia più grande che io potessi provare….

  11. mammozza

    Vado a scaricare, apprezzo l’associazione slow food, perchè consiglia di mangiare tutto (a chi puòò ovviamente) cercando di privilegiare le produzioni locali, ma aumentando la qualità ma non la quantità. Perchè non riesco a metterlo in pratica… sob

  12. meglio tardi che mai, no?
    direi che il primo libro esprime sicuramente molte delle mie scelte: dieta mediterranea (diciamo che io ho ulteriormente corretto, escludendole le proteine animali) e cercare di consumare meno e meglio 🙂
    Riflettevo proprio oggi come molti non si rendano conto che la salute è in gran parte decisa nel piatto. Eppure, io sento e vedo ancora troppa gente mangiare quotidianamente cibo spazzatura. Forse è proprio vero che se non tocchi con mano non ci credi.
    ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...