RIFATTE SENZA GLUTINE: l’arrosto con la panna di Sonia

RIFATTE SENZA GLUTINE

Un’idea di Vale, autrice del Blog incucinasenzaglutine

e supportata dalle altre fondatrici di questa brillante iniziativa:

La gaia celiaca ❀ Un cuore di farina senza glutine ❀ Una celiaca in cucina  ❀ Cardamomo & Co. ❀ Senza glutine per tutti i gusti ❀ Ai fornelli con la celiachia ❀ Fabipasticcio – Di tutto, di più… ma senza glutine ❀ Il ricettario di Anna ❀ Una cucina tutta per sé ❀ La celiaca pasticciona ❀ Spunti e spuntini senza glutine ❀ Un castello in giardino ❀ La cassata celiaca ❀ Pane e miele (spero di non aver dimenticato nessuno…)

SENZA: PROTEINE DEL LATTE, DEL MANZO E VITELLO, DELL’UOVO, GLUTINE, SOIA, FRUTTA A GUSCIO, SOLFITI, SEDANO

Arrosto con la panna a modo mio!

Ed eccoci tornati all’appuntamento mensile che quest’oggi vede protagonista Sonia, autrice di LaCassataCeliaca, che propone un bel secondo (una ricetta di Giallo Zafferano), di quelli mai preparati in vita mia per intenderci, ossia l’arrosto con panna che devo ammettere è delizioso! Anche se in un primo momento non ne ero tanto sicura, vista la revisione che avrei dovuto apportare :). Infatti, se la carne è senza glutine in natura, gli ingredienti per la preparazione di questa ricetta possono, invece, non esserlo e, anzi, possono contenere altri allergeni, tra cui proteine del latte, soia e altri. Quindi vediamola insieme.

Piccola postilla.

Talvolta, i più scettici non sono i bambini, ma gli adulti abituati a certi gusti, di casa, tradizionali, da sempre osannati… Quando dissi a mio marito che avrei preparato questa ricetta, le sue parole furono:”Con la panna? Quella di soia? Ma non quella dolce, vero?! Ma non so, se proprio devi…”. Bene, ieri si è “leccato i baffi” che non ha 🙂 Alice non c’era, ma ne abbiamo avanzato una porzione…

INGREDIENTI per 3 persone circa

Sostituzioni effettuate:

1) ho usato anch’io l’arista di maiale al posto del vitello

2) ho sostituito la panna tradizionale con besciamella 100% vegetale (va bene anche la panna 100% vegetale, ma in caso di allergia alle proteine del latte e dell’uovo, fate attenzione alle panne a base vegetale o che recano solo la dicitura vegetale);

3) non ho usato né acetovino;

4) ho usato brodo vegetale al posto del brodo di carne;

5) non avevo cipolla, e ho quindi usato la parte verde di un porro grande (in caso di allergia al nichel verificare.

380 g arista di maiale circa o fesa di tacchino ♨ 70 gr. pancetta a fette (verificate l’assenza di allergeni indesiderati in etichetta) ♨ un rametto di rosmarino fresco ♨ parte verde di un porro medio-grande ♨  180 ml brodo vegetale (i preparati sono a rischio, sia per le proteine del latte, sia dell’uovo!, sia del glutine e altro ancora!) ♨ 120 ml besciamella vegetale (se usate la panna vegetale confezionata, aggiungere un pizzico di noce moscata)

Tempo di preparazione: 10′ + 40′ per la cottura a cui aggiungere eventualmente il tempo necessario per preparare il brodo + e la besciamella se non li avete preparati il giorno prima.

PREPARAZIONE

  1. Avvolgere l’arista con le fette di pancetta
  2. In un tegame antiaderente col coperchio, mettere il rosmarino e adagiarvi l’arrosto.
  3. Rosolare per parte.
  4. Miscelare in una ciotola il brodo e la besciamella.
  5. Tagliare in due o tre parti “il verde” del porro.
  6. Quando l’arrosto sarà rosolato al punto giusto, aggiungere il liquido e il porro. Coprire e lasciar cuocere a fuoco lento per circa 30-40′, girandolo di tanto in tanto.
  7. A cottura ultimata, togliere dal tegame la carne che si presenterà come nella foto a lato e tagliare a fette.
  8. Riporre il tutto nel tegame e servite le fette con il liquido e … il porro… tutti buttano via questa parte, ma è squisita non solo per preparare brodi, ma anche da mangiare con gli stufati 🙂

Questo piatto si presta anche per un pranzo o una cena con parenti o a amici, allergici o non 🙂 Grazie Sonia!

Le Rifatte senza glutine vi danno appuntamento al prossimo 15 aprile!

Se volete vedere le altre versioni, date un’occhiata anche qui.

Advertisements

24 commenti

Archiviato in MENÙ A BASE DI CARNE, RICETTARIO, Rifatte senza glutine, Secondi SENZA

24 risposte a “RIFATTE SENZA GLUTINE: l’arrosto con la panna di Sonia

  1. monica prendo la foto ed il link e scappo
    poi arrivo con calma a vedere questa tua meraviglia priva di allergeni

    intanto beccati un bacio come ringraziamento, si, lo so, non sono brad pitt e nemmeno george clooney… ti devi accontentare!!! 🙂

    • Cara Vale, sei molto di più, un’amica virtuale da quasi due anni ormai 🙂
      Grazie a te di questa opportunità, perché non ci crederai ma sto sperimentando molte ricette assolutamente nuove per me:)

  2. Sei stata davvero brava.
    Giuro che non mi lamenterò più per le mie ristrettezze alimentari.
    In gamba!

    • Quanto sei cara! Ma voi del mondo GF non avete comunque vita facile, lo so perché ne conosco diversi… oltre a voi ovviamente 🙂 grazie di essere passata!

  3. ornella

    Ciao Monica! Sono certa che anche la tua versione è buonissima!! Anzi il porro lo sostiuirò alla cipolla la prossima volta! Ciao buona giornata 🙂

  4. ciao, voglio farti i complimenti oltre che per l’arrosto (arista) anche per il tuo blog che trovo molto interessante e utile, voglio seguirti tra i followers. ma non trovo come fare (sono imbranata in merito), mi dici come?

    • Ciao Concetta e ben trovata!
      E se intendi followers del mio blog, scorrendo sul margine destro c’è ISCRIVITI AL BLOG 🙂 ora vengo a sbirciare da te:)

  5. Monica io ti trovo semplicemente fantastica… meriteresti un premio al giorno non solo per come adatti tutte le ricette, ma per come ne parli, con una serenità che dovrebbe essere di esempio a molte persone che si lamentano di un niente. Se mai dovesse succedermi di invitare una persona allergica a tante cose, saprei dove venire a cercare sia le ricette che il sorriso. La ricetta originale è deliziosa, ma io non ho dubbi sul fatto che lo sia anche la tua. Me lo dicono le tue foto, la tua descrizione, ed il mio cuore di mamma ♥

    • Cara Anna nannarella… sei troppo buona, mi son venute le guance rosse… e grazie, perché a volte invece vorrei buttare dalla finestra pentole e mestoli… perché cucinare quando vuoi è un piacere … quando devi, pensando a questo e a quello, e se piacerà e se non piacerà e così via… è un lavoro, quindi graZie!

  6. ps…. nannarella sono io, Anna de Ai fornelli con la celiachia, oggi wordpress non mi faceva commentare, non so quanto ho pasticciato per riuscirci, alla fine anziché Anna è venuta fuori lei :)))

    • o santa paletta, ora ti riconosco e nannarella… ora vado a sbirciare:)
      Comunque tra blogspot e wordpress non sempre c’è sintonia… non so perché, capita non sai quante volte anche a me:(

  7. sei la prova che in cucina non ci sono limiti!basta seguire la passione e l’amore per la buona cucina!ci rivediamo alla prossima!

    • ecco…direi soprattutto amore per la buona cucina, io lo dico sempre ad alice che è fortunata ad avere due buone forchette per genitori!

      • ornella

        Giustissimo!!!!
        Anche noi siamo due buone forchette e abbiamo sempre sperimentato e ci siamo ingegnati per cucinare a nostro figlio tutti i piatti possibili (nonchè concessi) ed ora anche lui ama mangiare e…….. spadella !!!!!!!!( Pronto, mamma, come si fa’ a fare pasta con …………..- Mamma. mi è venuta benissimo…..!).

        Sapete che non tutti, in casi di allergia, si adoperano come facciamo noi che scriviamo quì. Conosco gente che mangia sempre le stesse cose, e mi dicono “ma tu come fai”? Eppure non ci vuole molto, come dice Monica, amore per la buona cucina e, soprattutto per coloro che siedono alla nostra tavola e,poi, basta volere!
        Ciao Monica.

  8. Bello, bello! Mi piacciono tantissimo le varianti senza allergeni, significa che tutti possono condividere lo stesso cibo a tavola senza problemi!
    L’idea del porro te la rubo!
    Grazie Monica, non sei pessimista, forse realista? Io di solidarietà ne incontro davvero poca…

    • Grazie Felix… e questa volta era relativamente facile, ma non ero sicura che con la panna o besciamella vegetale riuscisse comunque gustoso, e se il marito dice ok… e grazie, in effetti annalisa mi aveva fatto venire il dubbio, ma per tanti che comprendono ce ne sono tanti tantissimi che non comprendono, fino a toccare la sogia della maleducazione direi…

  9. sei stata strabravissima!! sei stata attenta a tutto ottenendo un risultato ottimo! mi piace molto il tuo post, grazie millissime e bacioni :-X

  10. Meravigliosa come sempre! Sei anche nel mio post riassuntivo e…scusa il ritardo ma ieri ero ASSENTE 🙂

  11. Scusami Monica per il ritardo megagalattico con cui passo a trovarti! Purtroppo sono stata impegnata con il lavoro, e senza purtroppo sono stata impegnata con i miei bambini :-), volevo ringraziarti per il commento e dirti che sei tu la mia insegnante♥ Un abbraccio grandissimo alla cucciola Baci Baci e buona domenica

  12. Ma che delizia questo arrosto perfetto per tutte le intolleranze 😉
    Ti faccio i miei complimenti e ti mando un bacio,
    Francesca

    • Ma ma grazie! … e scusa, ma in questo periodo ho più di un diavolo per capello e non riesco a passare dai blog altrui come vorrei, ma verrò presto a trovarti:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...