Dolce alle castagne e cioccolato

Dolce di castagne e cioccolato

SENZA PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, GLUTINE, SOIA

CON NICHEL* (cioccolato)

Si avvicinano le feste e … le cene, i pranzi, le merende… e i piccoli allergici rischiano di rimanere esclusi dai banchetti… a meno che… mamme e papà non si ingegnino. Da tempo cerco un pandoro senza latte e senza uovo, ma non sono ancora riuscita a trovarlo, oppure sono arrivata troppo tardi (negozi bio che producono panettoni e pandori vegani). Il dolce che vi propongo oggi lo abbiamo preparato per la cena di capodanno l’anno scorso con gli avanzi del Mont Blanc! Quest’anno lo porteremo invece dalla Nonna Lele per la cena di Natale con i parenti, certi che piacerà a tutti!

Quel dolce è stata una rivelazione. L’ispirazione mi è venuta mangiando alcuni cioccolatini col ripieno di castagne e rum, ricoperti di cioccolato fondente, assaggiati tempo fa. La mia versione è ad hoc per bambini, quindi senza liquore e senza gli allergeni del caso. Speriamo piaccia anche a voi!

E ora passiamo alla ricetta:)

ATTREZZI

cucchiaio di legno ✿ pentola alta ✿ recipiente alto ✿ passaverdura ✿  spatola di silicone ✿ piatto da portata

INGREDIENTI

250 g di castagne spelate surgelate ❉ 250 ml di bevanda di riso senza glutine (se dovesse asciugarsi il liquido, prima che siano cotte, aggiungete 50 ml) ❉ stecca di vaniglia ❉ 30 zucchero integrale di canna ❉ un cucchiaino raso di cannella ❉ 100 g cioccolato* fondente senza proteine del latte e glutine (noi lo abbiamo trovato al supermercato)

*in caso di allergia al nichel, di cui il cioccolato è molto ricco, nonché di istamina, ragion per cui molti pediatri lo sconsigliano ai bambini allergici sotto i tre anni, provate a fare la “copertura” con una glassa a base di zucchero a velo (senza glutine e proteine del latte, spesso presenti), seguendo le istruzioni sulla bustina.

PREPARAZIONE

  1. Versare nella pentola il latte e mettervi la stecca di vaniglia. Portare ad ebollizione, abbassare il fucoo e versarvi le castagne.
  2. Cuocere per un’ora circa, rigirando di tanto in tanto, finché le castagne avranno assorbito tutto il latte e si saranno sfaldate.
  3. Togliere la stecca e aggiungere zucchero, cannella, e mescolare col cucchiaio.
  4. Passare il composto con il passaverdura (Foto 1)

    Foto 1

    e riporre sul balcone e lasciar raffreddare.

  5. Sciogliere nel frattempo a bagnomaria il cioccolato.
  6. Una volta che il composto si sarà raffreddato, potrete dargli la forma che preferite. Noi eravamo in montagna senza gli attrezzi della città e quindi abbiamo (anzi il marito e un caro amico hanno) formato una mattonella (da bravi ingegneri…), ma voi potete sbizzarrirvi con gli stampi in silicone stile natalizio (a stella o altro).
  7. Quando la “glassa” si sarà solidificata, potrete guarnire a piacere, adagiandovi dei marron glacé (e se la glassa è bianca, risalteranno ancor di più…) oppure guarnizioni in marzapane o quello che volete voi, o anche niente come nel nostro caso…

Spero che questo dolce possa essere un degno sostituto di pandori e panettoni… che nella versione senza latte, uovo, glutine… non credo esistano ancora, ma l’industria alimentare fa miracoli, quindi rimango in attesa di effetti a sorpresa.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Dolci SENZA, RICETTARIO

4 risposte a “Dolce alle castagne e cioccolato

  1. io sto studiano il mont blanc… mi sa che lascio perdere e faccio questo… slurp

    • Cara Vale, devo ammettere che io sono ghiotta di monte bianco, ma… la panna di soia da montare che io ho provato non mi convince in termini di gusto, troppo dolce e copre il sapore della castagna. I pasticcieri vegani ecc dispongono di prodotti vegetali che non sono in commercio al dettaglio, quindi riescono a realizzare dolci molto simili in termini di gusto a quelli tradizionali. Sto ancora cercando, ne frattempo ci consoliamo con questo dolce che ti assicuro è buonissimo e relativamente semplice, inoltre, dura di più, perché senza panna…

  2. Ma che buon questo dolce, brava! Quanto hai ragione! Periodo nero questo per gli intolleranti. Meno male che ci sono persone come te che ci pensano :)))

    • Scusa il ritardo Elena, con cui posto il tuo commento, ma io sono malaticcia e da ieri anche Alice… E grazie per il tuo commento, lo spero davvero, anche se in questa epoca storica che stiamo vivendo allergie e intolleranze mi sembrano il male minore, un caro augurio di buone feste se non ci si risente:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...