LIBRI: “La piccola fantasma”

La piccola fantasma by Einaudi Ragazzi

Alice ha voglia di svago, di volare con la fantasia, quindi via libera a storie che parlano di misteri, dinosauri, draghi, e… fantasmi! La piccola fantasma, di Roswitha Fröhlich, edito da Einaudi Ragazzi, con illustrazioni dell’autrice, è uno di quei libri che ha tutti i requisiti. 

“Pensate che la vita dei fantasmi sia molto diversa da quella degli “umani”? Ebbene no, guardate Agata: la piccola fantasma litiga con i genitori, perché non la lasciano mai uscire, e deve fare i conti con un fratello maggiore antipatico e prepotente al quale è concesso tutto. E ci sono anche le zie che vogliono dire la loro: insomma, la solita vita di ogni ragazzina. Ma un bel giorno Agata trova per caso un quadernetto dove son scritte delle strane cose, e davanti a lei si apre un territorio nuovo, pieno di amiche da conoscere, di scherzi da fare ai fratelli maggiori, di computer e videogiochi divertentissimi.”

Quando comprai questo libro l’anno scorso, pensai di avere forse esagerato. Lettura consigliata a partire dai 9 anni… Alice non ne aveva ancora compiuti 5, poche figure e quelle che ci sono consistono in disegni schizzati a matita, in bianco e nero… Eppure, con mia grande sorpresa, Alice ne è entusiasta e di tanto in tanto mi chiede di rileggerglielo.

Mi rendo conto che la lettura di un libro è una gran compagnia e soprattutto è una grande fonte di svago che va assecondata. L’era dell’IPhone e dell’IPad sembra relegare in un angolo i libri cartacei, ma io non riesco a rinunciare a un bel libro sul comodino e sono felice che anche mia figlia coltivi nel suo piccolo questa piccola passione.

La tecnologia è una grande risorsa, ma ogni tanto ho l’impressione che di certe cose, soprattutto in tenera età se ne possa fare volentieri a meno. E, forse è un azzardo il mio, forse non è attinente, oserei dire che certe attività “moderne” stimolino un tantino di troppo l’eccitazione “fuori controllo”. Mi spiego: un libro lo sfogli, ti fermi e volgi lo sguardo altrove, rifletti, lo appoggi e lo lasci aperto sulla pagina che stai leggendo per riprendere di lì a poco o il giorno seguente, lo tiene in borsa o in valigia, lo presti, lo scambi, ecc. L’IPad no, l’IPhone no: collegati, apri, scarica, riattiva lo schermo, disattiva lo schermo, vai troppo veloce, quell’immagine non si vede bene, si scarica, metti in ricarica e aspetti che si sia ricaricato per leggere, non lo presti e non lo scmabi ecc. ecc. C’è qualcosa che non va, ma non so spiegare bene con le parole cosa. Alice è sempre in movimento, parla in continuazione… il libro la “costringe” a rallentare il ritmo frenetico interiore e esterno, a concentrarsi, senza dipendere da null’altro che dalla sua volontà di leggere o smettere o che so io. Mi sono spiegata? Forse no, ma tutto questo per dire non rinunciamo alla carta stampata (va bene anche quella riciclata).

Oggi Alice deve fare il richiamo della vaccinazione (esavalente), in ambiente protetto, ossia in ospedale. Poiché non sappiamo quanto dovremo rimanere in osservazione (dalle 3 alle 4 ore sembra, è la prima volta in realtà, perché in Germania il protocollo non lo stesso in questi casi, della serie Paese che vai, usanze che trovi), per ingannare il tempo, ci porteremo giochi e tanti, tantissimi libri leggeri, divertenti, di quelli che fanno sognare i bambini e con interferiscono le apparecchiature mediche come potrebbero fare cellulari e altro.

A tutti auguro un buon fine settimana anche con i suggerimenti presto disponibili sul sito di HomeMadeMamma per l’iniziativa Il Venerdì del Libro:

Advertisements

5 commenti

Archiviato in LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA

5 risposte a “LIBRI: “La piccola fantasma”

  1. Pingback: Homemademamma » Venerdì del libro… molto lento

  2. Ciao Monica, spero tutto bene per la vaccinazione.
    Ho un’amica che ha cresciuto i bimbi in germania e con nonchalance parla di omeopatia, scuole steineriane, bio………………..

    Volevo dirti che condivido TUTTO quello che hai scritto sui libri e la tecnologia. Io sono quasi sicura che i libri devi “maneggiarli” da piccolo se vuoi amarli, per la tecnologia fai sempre in tempo,!

  3. I miei non vanno forte con i fantasmi. Soprattutto la principessa di casa… Non ho mai proposto loro dei libri a tema perchè vedo che sono un po’ turbati dall’idea che possano esistere i fantasmi… Anche se buoni… loro li amano poco, per il momento!

  4. Come è andata la vaccinazione, facci sapere. Ciao

    • Mi scuso con tutti per il ritardo con cui pubblico i vostri commenti, ma venerdì è stata una giornata lunga, lunghissima, trascorsa in parte in ospedale (in osservazione) e in parte a casa con Alice un po’ sotto tono.
      @Alessandra/Mammozza: grazie per il vostro interessamento. La vaccinazione alla fine non è andata male, nel senso che non ha avuto reazioni avverse. Peccato che oggi abbia 39,5! Speriamo sia passeggera.
      Alessandra, Se hai un’amica che vive in Germania troverai probabilmente nelle mie parole una ripetizione di ciò che ti ha già raccontato lei, a conferma che paese che vai usanze che trovi…
      @Stefania: ogni impegno e ogni divertimento ha la sua età, anche i fantasmi:) Ma il bello di quel libro è che non ci sono fantasmi paurosi, anzi, è una storia semplice di due coetanee unite contro i fratelli “cattivi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...