Palline di cioccolato al cocco

SENZA PROTEINE DEL LATTE, DELL’UOVO, SENZA SOIA, CON O SENZA GLUTINE

 

Palline al Cocco

Era da tempo che mia figlia mi chiedeva di organizzare una “merenda-party”, ossia invitare alcune amichette a casa per una merenda. Così prima dell’estate, ho organizzato un raduno di piccole pesti, con mamme, e fra le altre cose, ho preparato, insieme ad Alice, anche le palline di cioccolato al cocco. Questa ricetta si presta, infatti, per essere realizzata anche con i bambini. All’epoca Alice aveva 4 anni e mezzo, quindi perfettamente in grado di “appallottolare” di tutto, anche l’impasto (con qualche suggerimento sulla quantità…).

Manipolare e trasformare con le proprie mani qualcosa di informe che prende lentamente la forma desiderata, è molto gratificante, soprattutto per un bambino atopico, dove non tutti i materiali possono essere manipolati senza danni. Sul piano psicologico poi, ogni volta, mi rendo conto che preparare qualcosa di goloso per i suoi amici, “senza gli ingredienti permessi agli altri ma proibiti per nostra figlia”, è un’impresa che dà ad Alice sempre molta gioia.

Il procedimento è molto semplice. Potete utilizzare dei biscotti avanzati (confezionati o fatti in casa) possibilmente non nella stessa giornata (altrimenti trascorrete tutto il giorno in cucina!!!)

Gli allergici al nichel, ai quali potrebbe essere stato sconsigliato il consumo di cioccolato, in quanto ne è notoriamente ricco, possono farne a meno, nel senso che io le ho anche provate senza cacao… e a chi piace il cocco… non fa differenza. C’è chi usa la farina di carrube al posto del cacao…, ma io non l’ho mai provata… ma provvederò!

ATTREZZI

1 recipiente ✿ 1 dosatore per liquidi ✿ 1 forchetta di legno ✿ un cucchiaino da caffè ✿ 1 bilancina

INGREDIENTI

350 gr biscotti secchi senza e latte senza uova, con o senza glutine ❉ 225 di “latte” vegetale tollerato (verificate l’assenza di glutine in caso di intolleranza o allergia al glutine) ❉ 200 gr di cocco tritato bio ❉ cacao zuccherato q.b. (non ho contato i cucchiai, alla prima occasione prendo nota e aggiorno… perché io vado spesso “a occhio”)

PROCEDIMENTO

  1. Tritare i biscotti con i tritatutto.
  2. Versare il “trito” nel recipiente e aggiungere il latte. Mescolare.
  3. Aggiungere il cacao, a vostro piacimento… io ne metto tanto… (forse 5 cucchiai). Mescolare.

    1. Impasto

  4. Aggiungere una parte 140 gr di cocco. Il restante vi servirà per guarnire le palline.
  5. Lasciate che il composto si rapprenda… 10-15′ circa. Deve avere una consistenza tale da poterlo prendere tra le mani e farne palline. Aggiungere latte o aggiungere cocco per raggiungere la giusta consistenza.
  6. Prendere un cucchiaino da caffè circa di impasto e lavorarlo con le mani come ha fatto Alice.

    2. Appallottolo

  7. A parte avrete versato su un piattino del cocco.
  8. Fate “rotolare” nel cocco ciascuna pallina e disponetele su un piatto piuttosto ampio.

Si possono conservare anche in frigorifero per qualche giorno in un contenitore per alimenti.

E… il gioco è fatto!

Annunci

4 commenti

Archiviato in Dolci SENZA, RICETTARIO

4 risposte a “Palline di cioccolato al cocco

  1. che bontà!
    questi li provo subito un giorno che invito qualche amichetto/a dei pargoli…

  2. capiti a fagiolo! ho appena sperimentato un’ottima ricetta per torte (senza latte, senza uova, con lievito chimico), che può servire anche come base per essere poi arricchita a piacere, magari con frutta fresca/secca o pezzetti di cioccolato. inoltre è comodissima anche da fare fuori casa (in vacanza) e coi bambini, perché non serve bilancia, si misura tutto con un vasetto di yogurt!

    2 vasetti di yogurt tollerato (capra, soya)
    3 vasetti di farina tollerata (io l’h fatta sia con kamut che con farro)
    1 e 1/2 vasetto di zucchero
    1/2 vasetto di olio d’oliva (o altro olio tollerato)
    1 bustina di lievito.

    mescolare tutto con le fruste (risulta piuttosto denso), mettere in una teglia di silicone e infornare a 160°C (forno caldo) per 25/30min!
    la torta risulta bella morbida, ottima a colazione o, spolverata di zucchero a velo, per una merenda/festicciola.

    • Ciao Lanoisette! Sì, anche noi preferiamo usare l’olio al posto della margarina, solo che ci siamo accorti che con la margarina i dolci rimangono soffici per più giorni e visto che Alice non impazzisce per le torte… mangiata una volta basta per giorni… usiamo un po’ di margarina, bio, e un po’ di olio… perché deve durare tantooooooooooooooo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...