Semi di sesamo: rischio salmonellosi


Semi di Sesamo

 

 

L’informazione che state per leggere non è propriamente una news, in quanto risale al 2009, ma per me e per tutti coloro che ancora non lo sanno è comunque preziosa, in quanto personalmente non avrei mai associato il rischio di salmonellosi a dei semi. Poiché in casa nostra facciamo largo uso di semi di sesamo (sia sottoforma di semi tostati, sia sottoforma di gomasio), sin da quando vivevamo in Germania, su suggerimento della nostra pediatra tedesca, in quanto i bambini tedeschi li consumano abitualmente con i prodotti da forno (dolce e salato), questa informazione mi è subito saltata all’occhio.

Stavo navigando in rete alla ricerca di informazioni sulle fonti alimentari di calcio – non solo italiane, perché quest’ultime, al di là dei latticini al top delle classifiche!, non dicono nulla di nuovo che già non si sappia – e mi sono imbattuta in una notizia molto interessante e molto attendibile, in quanto la fonte è il comunicato stampadiramato il 28.08.2009 dal Bayerisches Landesamt für Gesundheit und Lebensmittelsicherheit (una sorta di Assessorato alla Sanità e alla Sicurezza degli Alimenti della Regione Baviera).

In sintesi: Sulla base di un’indagine svolta, alcuni campioni sono risultati contaminati, di cui il suggerimento di NON consumare semi di sesamo CRUSI, ossia senza averli prima riscaldati (tostati) a temperature alte (oltre 80°), in quanto i semi crudi possono essere stati contaminati da Salmonella, probabilmente già nel Paese di origine (dove magari le regole igieniche non coincidono con quelle europee).

Il comunicato ricorda, inoltre, che la salmonella può rimanere in incubazione fino a 72 ore e causare mal di testa, nausea, vomito, dissenteria e febbre. In rari casi, in persone in cui sistema immunitario risulta più debole, o negli anziani oppure nei bambini può addirittura essere la causa di decessi.

Sapere è sempre meglio che non sapere.

Advertisements

6 commenti

Archiviato in ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI

6 risposte a “Semi di sesamo: rischio salmonellosi

  1. io li mangio a cucchiaiate…. dovrò rivedere questa mia abitudine quindi… sigh….

  2. Diciamo che io sempre li tosto e li mangio comunque cotti… rimane il fatto che non sappiamo più da cosa ci dobbiamo guardare! 😦

    Grazie per la preziosa info Monica! Un bacione!

  3. Tilly

    Beh in genere tutti i semi andrebbero tostati… a parte la salmonellai ci può essere della semplice muffa (invisibile ad occhio nudo)…

    • Hai ragione… ma io non ci ho mai pensato, credendo, ingenuamente, che ci pensassero alla fonte… anche perché, ingenuamente, ho sempre pensato ai semi, come a qualcosa di “secco” non crudo… non si smette mai di imparare… mia nonna non avrebbe mai commesso un errore tanto ingenuo, perché da brava infermiera prima e contadina poi aveva una certa esperienza…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...