Le patate “a modo mio”

CONDIMENTO SENZA PROTEINE DEL LATTE VACCINO, DELL’UOVO,  SENZA GLUTINE, SENZA SOIA, CON SESAMO

“Mamma! Basta patate!”…

“Tesoro, non puoi mangiare solo cotolette!”

“E già, e allora le patate le condisco io, come voglio io! Va bene mamma?”

… Inspira… Espira… Inspira…

“E… come le vorresti, tu?”

Con olio, sale e semi di sesamo

“Intendi dire con il gomasio?”

“No, mamma, altrimenti avrei detto gomasio, invece ho detto semi. Vuoi che ti faccia vedere come si fa?”.

Santa pazienza!!!!!!!!!

Pensate che mi sia inventata questo dialogo a due per strapparvi un sorriso?!? Assolutamente no! È quanto è avvenuto quest’estate, una sera in cui avevo esaurito “le cartucce”, questo non mi va, questo neanche… E allora, passo la palla. E a volte funziona.

Come sono queste patate? Semplicissime, quanto gustosissime. Ed è una ricetta di Alice!

  • INGREDIENTI

due patate bio medie a testa e una media grande per un bambino semi di sesamo q.b. ❉ olio extra vergine di oliva q.b. ❉ sale marino integrale ❉ acqua (meglio se addizionata di calcio in caso di allergie alle proteine del latte vaccino e all’uovo)

  • PREPARAZIONE
  1. Sbucciare le patate e tagliarle in quattro spicchi (per il lungo).
  2. Cuocere gli spicchi in poca acqua leggermente salata (devono coprire appena, per essere assorbita; l’acqua che eventualmente avanzerà, potrà essere riutilizzata per la cottura di altre verdure, pasta o riso, carne ecc.)
  3. A cottura ultimata, disporre le patate in un piatto e cospargerle, o meglio, lasciare che siano i vostri figli a cospargerle di semi di sesamo (contengono molto calcio!), e voi condite con l’olio.
Advertisements

4 commenti

Archiviato in Contorni SENZA, RICETTARIO

4 risposte a “Le patate “a modo mio”

  1. Semplici e ottime! Complimenti alla tua cucciola 🙂

    Un bacione a tutte e due!

    • Grazie, le ha fatto molto piacere ricevere dei complimenti disinteressati, tutti per lei! Non solo. Mi ha chiesto info su di te, le ho detto che sei celiaca… allora ci ha pensato un po’ e poi mi ha chiesto “Ma i pinoli contengono glutine?”, “No” le ho risposto” “Allora può mangiare il riso col pesto!!! Diglielo mamma…” Che dire:-)

  2. che bella idea! o perché me l’ero persa???

    certo che la tua pargola è una tipetta decisa. benissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...