Allergie, Intolleranze e Integratori Alimentari

Non a caso ho creato un’unica categoria “farmaci e integratori”. Sia il farmaco sia l’integratore sono venduti in farmacia, entrambi possono essere prescritti dal medico, entrambi, fatta eccezione per i medicinali per cui è obbligatoria la prescrizione medica, possono essere acquistati senza ricetta e addirittura al supermercato, entrambi possono contenere sostanze allergeniche.

A differenza dei farmaci, gli integratori sono ancora terra di nessuno e quindi le aziende agiscono nel rispetto della legge senza fare nulla di più di ciò che viene loro richiesto! L’ho verificato di persona.

Mi è capitato di acquistare un integratore multivitaminico specifico per bambini, dando per scontata la trasparenza dell’etichetta, visto che nella versione per adulti erano specificati debitamente tutti gli ingredienti. A casa avevo riletto ancora una volta l’etichetta alla ricerca di eventuali proteine del latte ecc. e la mia attenzione cadde su “aroma naturale”, “olio vegetale”, “gelatina animale”. Sì ma quale aroma? Quale vegetale? Quale animale?

Nel caso di un allergico la sostanza “naturale” può essere in taluni casi più pericolosa di quella sintetica. Poiché Alice in quel periodo risultava ancora allergica a arachidi e manzo, volevo chiarirmi la natura di quegli elementi. Chiesi al farmacista che non ne sapeva nulla. Il grossista nemmeno. Non era noto alcun numero di telefono a cui telefonare, quindi se ero interessata ad approfondire, avrei dovuto occuparmene io. Scrissi allora un’email richiedendo i dovuti chiarimenti. L’azienda alla fine rispose: aroma di mela, olio di soia, gelatina di manzo! Ricordiamo che per alcuni allergici basta una traccia per avere una grave reazione allergica. Probabilmente nel caso del manzo, nostra figlia non rischia una reazione allergica grave, ma… Mi sovviene una domanda: ammesso che la quantità di olio sia minima, quanti genitori di bambini allergici alla soia, o alla mela (sì esistono), al manzo, acquisterebbero quell’integratore? A mio avviso, molti chiederebbero all’allergologo di fiducia, molti altri non lo comprerebbero affatto. Cosa dice la legge? Con riferimento al Decreto Legislativo n°114 del 8.02.2006, alcuni ingredienti sono ancora “temporaneamente esclusi”, fra cui “l’olio e grasso di soia raffinato”. Manzo e mela non rientrano tra gli allergeni per cui esiste l’obbligo di indicali in etichetta. Personalmente non capisco perché vengano “tenuti segreti”. La trasparenza in etichetta dovrebbe essere oltre che un diritto anche un dovere.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & ALLERGIE e INTOLLERANZE ALIMENTARI, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza, FARMACI & INTEGRATORI & EMOLLIENTI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...