Archivi tag: ALLERGIA AL LATTE

Cuochi per amore… In caso di allergie lo si diventa “volente o nolente”

SENZA LATTE E UOVA

CON TUTTO IL RESTO :-)

cuochiperamore111“Cuochi per amore” lo sono in molti, ma quelli di bimbi allergici lo sono loro malgrado… ossia anche coloro che non sanno cucinare, che non amano cucinare, o che magari, come la sottoscritta, amava una volta cucinare nel tempo libero, senza limitazioni in fatto di ingredienti , si ritrova oggi a dover imparare regole precise, non solo per non somministrare cibo proibito al figlio/alla figlia allergico/a o intollerante (penso per esempio all’intolleranza a lattosio eccetera), ma anche per soddisfare gusti, di tutta la famiglia, con un occhio ai nutrienti…

Quello che vi presento oggi non è “solo” un ricettario, ma una raccolta smisurata di ricette nel tentativo di far “smisuratamente” felice il proprio figlio, che nel frattempo cresce nonostante l’allergia a uovo e latte e loro derivati, sereno.

Niente istruzioni per l’uso. Niente (solo un accenno) teorie e teoremi sulle allergie, solo la buona cucina, spaziando da ricette regionali a quelle vegane, tutte rigorosamente SENZA LATTE E UOVA E LORO DERIVATI, insieme a qualche pillola di saggezza nell’introduzione… Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, LIBRI & Riviste, PENSIERI DI UNA MAMMA, RICETTARIO

Allergia alle proteine del latte vaccino: soia sì o soia no? Forse sì…

Tazza di latte di soia by mimangiolallergiaVi ricordate questo post? Bene. Vi avevo detto che avrei continuato a indagare. Del tutto casualmente mi sono imbattuta in un sito serissimo, la cui serietà non viene messa in discussione da nessuno, in cui si legge qualcosa di nuovo che mi tranquillizza e che mi fa intravvedere una strada parallela… Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, APPROFONDIMENTI, Carenze di calcio

Allergia al latte vaccino nei lattanti: latte di soia sì, latte di soia no?

Tazza di latte di soia by mimangiolallergiaI Puntata.

“Bene, visto che la piccola non è allergica alla soia, via libera al latte di soia, e suoi derivati, perché più completo rispetto ad altre bevande vegetali e apre le porte per altri cibi sostitutivi.”(Germania 2005)

“Latte di soia?! Ma signora, in caso di allergia alle proteine del latte vaccino è sconsigliato, potrebbe sensibilizzarsi!” (Italia, 2006)

“Latte di soia? Tofu? Ma signora! La soia, contiene fitoestrogeni, non si sa che effetti abbiano sugli organi riproduttivi dei bambini, se possono predisporre a tumori delle ovaie o del seno eccetera!” (Italia, 2011)

Non ho la sfera di cristallo, ma scommettiamo che tra una decina d’anni potremmo trovare la smentita di tutto?

Paese che vai, anno in cui sei… indicazioni che trovi. E noi poveri genitori a non capirci più nulla. Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, APPROFONDIMENTI, Carenze di calcio

Impiego del latte di asina nel bambino con allergia alle proteine del latte vaccino. (RIAIP)

Ma perché non prova il latte di cavalla? In caso di dermatite atopica potrebbe risolvere il problema! | “Perché mia figlia è allergica al latte vaccino e in teoria potrebbe esserlo a tutti i tipi di latte di mammifero”

Queste sono le battute che ricordo di un dialogo con una signora (durante la nostra “vita tedesca”), la quale sosteneva di aver risolto la sua dermatite atopica, passando dal latte di mucca al latte di cavalla.

In Germania, all’epoca (ora dovrei verificare) non era difficile imbattersi in latte di formula a base di latte di cavalla, non specifico per allergici alle proteine del latte vaccino (PVL). Anni fa, parlando con un panettiere italiano, mi raccontò di quando ai suoi tempi il latte d’asina era dispensato addirittura dagli ospedali, come sostituto del latte materno, quando la madre non poteva allattare.

Va da sé che io non proverei mai alcun latte senza previo parere del medico, ma oggi ho pensato di segnalarvi due revisioni della letteratura, in quanto recentemente si torna a parlare di latte di asina anche nel mondo medico, in quanto sarebbe oggetto di studio, per svariate ragioni, riportate anche in un documento pubblicato da Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica (RIAIP):

[…] Il latte di asina (LA), la cui composizione può variare sensibilmente tra razze differenti, è verosimilmente più simile al latte umano rispetto al latte vaccino e caprino. In particolare, il contenuto proteico del LA, è di poco superiore a quello presente nel latte materno, collocandosi ad un livello nettamente inferiore rispetto a quello del latte di mucca; le stesse osservazioni valgono per il rapporto caseina/sieroproteine. Inoltre, la concentrazione di alfalattalbumina, è notevolmente inferiore nel LA rispetto a quello vaccino e caprino, mentre è molto elevata la concentrazione di lisozima, enzima presente solo in tracce nel latte di mucca e responsabile dell’idrolisi del legame alfa 1-4 tra l’acido N-acetil muramico e la N-acetil glucosamina del peptidoglicano costituente la parete cellulare batterica 21. Il LA, inoltre, presenta un elevato contenuto di lattosio, sovrapponibile a quello del latte umano, che ne rende accettabile il sapore. La concentrazione media dei minerali in questo latte, così come in quello di cavalla, è maggiore rispetto al latte di donna ed è vicina a quella delle formule di partenza; lo scarso contenuto lipidico ne determina il basso valore energetico ri- spetto al latte umano e di altri mammiferi e ciò non consente di utilizzare questo alimento, così come si presenta in natura, come alternativa al latte vaccino. […]

Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, APPROFONDIMENTI, DERMATITE ATOPICA, LIBRI & Riviste

Siero di latte negli imballaggi… Seconda puntata

In questo post ci eravamo lasciati che avrei cercato maggiori informazioni e nel frattempo IlFattoAlimentare ha risposto alla mia domanda che riporto di seguito: Continua a leggere

7 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza

Allergie alimentari e allergeni dove non ci aspettiamo di trovarli

“Che fare?!?”

La questione che si pone non è se sia lecito o meno (perché lo è ovviamente) utilizzare allergeni per fabbricare prodotti vari, tipo capi d’abbigliamento (derivati da proteine tipo caseina, soia…), smalti per unghie, (dal mais) materassi (proteine del granchio, ma devo ammettere che quello di mio marito, un tempo, era in crine di cavallo… tutto torna…), shampi (all’uovo), creme per bambini (con proteine del latte), bensì come fa il consumatore allergico ad esserne debitamente informato, quando si tratta per esempio… di imballaggi?

Per quanto riguarda le allergie alimentari nello specifico, in base agli studi scientifici più recenti, sembra essere ormai accertato che il soggetto atopico, che non aveva mai manifestato reazioni allergiche ad una data sostanza, potrebbe sensibilizzarsi non solo tramite l’ingestione, ma anche tramite inalazione e contatto ripetuto con la cute. Continua a leggere

15 commenti

Archiviato in Allergeni, ALLERGIE & INTOLLERANZE & Allergia ALIMENTARE, Etichette Ingredienti Tracce Soglie di Tolleranza

Allergie alimentari e uova di Pasqua…

… non vanno molto d’accordo.

La scorsa settimana ho ricevuto più di una richiesta di indicare un uovo di Pasqua privo di latte e derivati, glutine, frutta a guscio, soia. L’uovo di Pasqua è un prodotto occasionale, consumato esclusivamente nel periodo pasquale, quindi sebbene siano apprezzabili gli sforzi delle aziende che stanno cercando di realizzare prodotti ad hoc, siamo ancora lontani dall’obiettivo, perché bisogna ammetterlo, un pluriallergico presenta più esigenze contemporaneamente che l’industria dolciaria fatica a soddisfare tutte contemporaneamente, senza compromettere il gusto finale.

Verso la fine del post, vi dirò cosa abbiamo trovato noi, ma sarò ben lieta di aggiungere i prodotti segnalati da voi, in quanto ciascuno di noi ha le sue esigenze, dispone di negozi e catene di supermercati diversi a seconda che ci si trovi al Nord, al Centro o al Sud… In extremis, possiamo anche provare a realizzarlo a casa seguendo le istruzioni contenute in un video on line, con il cioccolato fondente tollerato. Il problema però è un altro, secondo me. Continua a leggere

59 commenti

Archiviato in Dolci SENZA